menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricettazione, leggono la notizia e riconoscono gli orologi rubati

Hanno riconosciuto i propri oggetti di valore tra quelli mostrati dai quotidiani e nel servizio del tg locale, così ieri pomeriggio due vittime di furti in abitazione hanno potuto recuperare quanto i ladri avevano sottratto dalle loro case

Hanno riconosciuto i propri oggetti di valore tra quelli mostrati dai quotidiani e nel servizio del tg locale, così ieri pomeriggio due vittime di furti in abitazione hanno potuto recuperare quanto i ladri avevano sottratto dalle loro case. La refurtiva - orologi, gioielli (alcuni in bigiotteria), una macchina fotografica professionale e due pc portatili - era stata trovata il 13 novembre scorso, in un'abitazione in Oltretorrente, dagli investigatori della Sezione Antirapine. Dopo la perquisizione i tre albanesi che dividevano l'appartamento - G. E. classe 89, P.M. classe 88 e G. V. classe 91 - sono stati denunciati per ricettazione.

Uno dei due furti risale al mese di luglio quando un residente nella zona di via Venezia rientrando in casa aveva trovato tutto sottosopra.  I ladri avevano preso gioielli, una macchina fotografica professionale, orologi e anche alcune coperte. La vittima, ieri pomeriggio, dopo aver mostrato la copia della denuncia ha riconosciuto con certezza tutti i gioielli in sequestro, un orologio e la macchina fotografica.

Nel secondo caso, invece, il furto risale ai primi giorni di novembre quando un residente in zona stazione rientrando in casa ha trovato l’appartamento completamente in disordine. In questo caso i ladri erano entrati forzando il vetro della porta balcone e avevano rubato alcuni gioielli e molti orologi di marca per un valore di alcune decine di migliaia di euro. Anche questa seconda vittima dopo aver mostrato la copia della denuncia presentata e, dopo aver visto gli oggetti in sequestro, ha riconosciuto con certezza cinque degli orologi che gli sono stati rubati.

Pertanto, grazie alla collaborazione con gli organi di stampa, le vittime possono tornare in possesso dei propri averi mentre i tre albanesi già indagati devono rispondere di ricettazione in concorso di refurtiva proveniente da due furti in abitazione. Attualmente rimangono da riconoscere alcuni orologi e due P.C. portatili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento