Cronaca

Cede una PostePay per 50 euro, parmigiana denunciata per riciclaggio

Da Parma a Fiumicino, Bolzano e Prato. Ha attraversato mezza Italia la truffa ai danni di alcuni titolari di carte PostePay che ha portato alla denuncia per riciclaggio di F.S, una parmigiana classe 1975

Da Parma a Fiumicino, Bolzano e Prato. Ha attraversato mezza Italia la truffa ai danni di alcuni titolari di carte PostePay che ha portato alla denuncia per riciclaggio di F.S, una parmigiana classe 1975, che dietro compenso di 50 euro aveva accettato di intestarsi una carta prepagata che poi aveva lasciato ad un uomo rumeno.

Gli investigatori della sezione Antirapine di Parma hanno rintracciato la 38enne dopo che, alcuni mesi fa, a Fiumicino un uomo aveva denunciato alla Polizia di frontiera un pagamento on line di 101 euro che però non aveva mai effettuato. A quel punto gli agenti di Fiumicino sono riusciti a risalire al sito Snai e l'intestatario del conto di gioco "Snai Card" su cui era stata effettuata la transazione di denaro. Tutto grazie ad una connessione internet il cui indirizzo Ip appartiene ad un provider rumeno.

Una volta rintracciata la donna gli investigatori di Parma hanno scoperto che F.S. mesi fa era stata avvicinata da un rumeno, in Piazzale della Pace, e che lo stesso le aveva chiesto in cambio di 50 euro che si intestasse una carta PostaPay. La 38enne ha poi raccontato che anche alcuni suoi amici avevano fatto lo stesso. Oggi la donna è indagata in stato di libertà per il reato di riciclaggio anche da altri uffici di Polizia, da Bolzano a Prato, in quanto evidentemente i possessori delle carte a lei intestata hanno commesso analoghe sottrazioni di denaro da ignari correntisti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cede una PostePay per 50 euro, parmigiana denunciata per riciclaggio

ParmaToday è in caricamento