Inceneritore, giallo sull'appalto Iren. Provincia: "Il Comune ha tutto"

Dopo la conferenza stampa di Pizzarotti e Folli l'Ente di Piazzale della Pace non ci sta e risponde alle accuse: "Per il Ppgr la Provincia non ha né fissato né rimandato incontri"

Inceneritore e giallo sull'appalto per i rifiuti a Iren. La Provincia risponde al Comune. TIrata in ballo dalle parole di Pizzarotti e Folli, che hanno portato i documenti dal Procuratore Capo Laguardia, l'Ente di Piazzale della Pace

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In relazione a quanto riportato dalla stampa a seguito della conferenza stampa tenuta dal sindaco di Parma Federico Pizzarotti e dall’assessore Gabriele Folli e incentrata principalmente su termovalorizzatore e gestione rifiuti, la Provincia precisa quanto segue: A proposito della Commissione collaudo del termovalorizzatore, la Provincia ribadisce che si è in piena continuità amministrativa con quanto deciso dal percorso di approvazione del Paip, d’intesa con il Comune di Parma.

Si vuole comunque chiarire che il Comune di Parma è membro della Commissione tecnica amministrativa costituita a suo tempo, per la quale il sindaco Pizzarotti ha nominato un rappresentante: commissione che è in possesso di tutta la documentazione inerente l’impianto, sia in chiave tecnica sia in chiave amministrativa, e che peraltro continuerà la sua opera per tutto il tempo di vita dell’impianto stesso. Una commissione che comprende già realtà come ad esempio Legambiente, e che la Provincia ritiene debba essere aperta anche ad altri portatori di interesse, ad esempio l’Associazione gestione corretta rifiuti e i rappresentanti del quartiere San Leonardo, nella fase del controllo del funzionamento dell’impianto.

A questo proposito, in materia di controllo è bene ribadire che è stata recentemente approvata in Consiglio provinciale la realizzazione di quattro nuove centraline, e che è previsto già dall’autorizzazione rilasciata il controllo in continuo delle emissioni, che potrà essere verificato anche dai singoli cittadini in tempo reale. Inoltre è già partito il controllo sanitario che verifica la situazione ante operam, e che continuerà una volta avviato l’impianto: tutti dati che verranno messi a disposizione del Comune e dei singoli cittadini.

A proposito della richiesta di revisione del Piano provinciale gestione rifiuti, arrivata il 19 settembre, la Provincia ribadisce che non ha né fissato né rimandato incontri, in quanto è in attesa di una risposta chiarificatrice da parte della Regione, alla luce delle nuove indicazioni regionali che tendono a togliere competenze alle Province, per comprendere quindi se è ancora titolare di quella funzione. Appena avuta risposta, se sarà sua competenza, la Provincia fisserà un incontro.

“Comprendiamo le difficoltà del Comune a mantenere gli impegni assunti in campagna elettorale – dice il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli - ma noi ci siamo sempre attenuti a un comportamento di corretti rapporti istituzionali e continueremo su questa strada. Quanto ai temi della trasparenza: si può sempre migliorare, ma crediamo che il sindaco Pizzarotti oggi più che polemizzare con altre istituzioni abbia il dovere di dimostrare in tutti i campi che il Comune è una casa di vetro. Per quanto ci riguarda, comunque, la polemica si chiude qui”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento