menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano regionale rifiuti Atersir, Federconsumatori: "Maggiori garanzie"

Federconsumaori chiede maggiori garanzie sul nuovo piano regionale rifiuti Atersir: "Inserire nel testo finale del Piano un riferimento esplicito alla questione delle tariffe finali"

Dopo l'audizione degli stakeholders che si è tenuta il 19 febbraio scorso presso la Sede del DUC di Parma, Federconsumatori ha formalizzato ad Atersir la propria posizione sulla bozza del nuovo Piano d'ambito del Servizio gestione rifiuti della Provincia di Parma. Federconsumatori, nell'esprimere condivisione degli obiettivi contenuti nella bozza di documento, ha posto l'attenzione sul tema delle ricadute finali sulle tariffe degli utenti, famiglie in particolare, sottolineando il legame forte che si deve sempre più evidenziare tra gli obiettivi raggiunti e quelli che si raggiungeranno in futuro, e il contenimento e la riduzione delle tariffe finali. A fronte di questa sollecitazione la risposta tecnica ha argomentato che a seguito della riduzione dei costi previsti nel nuovo Piano d'ambito, le tariffe, pur non essendo materia diretta del Piano ma successiva, dovrebbero stabilizzarsi e prevedere anche un decremento. Federconsumatori ha chiesto pertanto di inserire nel testo finale del Piano che dovrà andare in approvazione un riferimento esplicito alla questione delle tariffe finali, esprimendo chiaramente il concetto che il raggiungimento degli obiettivi (diminuzione della produzione di rifiuti, aumento della raccolta differenziata, ecc..) comporterà un riflesso positivo (diminuzione) delle tariffe per gli utenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento