menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Operatore traccia i rifiuti attraverso il codic a barre

Operatore traccia i rifiuti attraverso il codic a barre

Rifiuti, a Fidenza l'indifferenziato diventa 'tracciato' con il codice a barre

L’iniziativa, che partirà il 1° gennaio 2012, non graverà sulle tasche dei fidentini: il progetto, infatti, è stato premiato con un finanziamento di 112.500 euro della Regione Emilia-Romagna

Dal 1° gennaio 2012 sarà operativo a Fidenza il progetto-pilota sulla tracciabilità dei rifiuti, un sistema che consentirà rendere “trasparente” il percorso di ogni sacchetto di indifferenziato – dalla sua produzione allo smaltimento – e di stimare la quantità di rifiuti prodotta da ogni utenza. Ecco come funziona e cosa occorre fare per collaborare:

1) Entro fine dicembre i cittadini riceveranno per posta cinque fogli, contenenti complessivamente 105 etichette adesive. Su ognuna di queste è riprodotto il codice a barre identificativo dell’utente.  Dal 1° gennaio ogni utenza dovrà semplicemente applicare su ogni sacchetto grigio contenente il rifiuto indifferenziato, prima di esporlo nel giorno di ritiro, una delle etichette adesive. Attenzione: è bene attaccare l’etichetta sulla parte superiore del sacchetto e su superficie piana.

2) Ad ogni ritiro, il codice presente su ognuno dei sacchetti verrà “registrato” dal lettore del codice a barre utilizzato dagli operatori della San Donnino Multiservizi: così l’azienda – e solo l’azienda – saprà quante volte ogni utenza espone il proprio sacchetto. San Donnino effettuerà in un anno, inoltre, da 6 a 10 pesature per ogni utenza, procedendo a campione: così avrà una stima della quantità di rifiuti conferiti da ogni utenza.

3) Le etichette adesive non hanno scadenza; in caso vengano ultimate prima della successiva consegna a domicilio, prevista per dicembre 2012, dovranno essere ritirate presso l’Ufficio Servizi Ambientali in via La Bionda n. 9 (lunedì e mercoledì 8.30 – 12.30; 14.30 – 16.30). È importante non consegnare a terzi le proprie etichette e non smarrirle!

4) Anche i condomini e le attività economiche che espongono l’indifferenziato attraverso i bidoni carrellati dovranno comunque applicare il codice a barre sul proprio sacchetto, in modo che nei controlli a campione eseguiti sui sacchetti contenuti dai bidoni sia possibile, se necessario, risalire alle singole utenze. I bidoni carrellati saranno inoltre dotati di un “tag”, un dispositivo elettronico installato dalla San Donnino Multiservizi, che consentirà l’identificazione automatica dell’utenza collettiva.

5) L’iniziativa sulla tracciabilità non graverà sulle tasche dei fidentini: il progetto di San Donnino Multiservizi, infatti, è stato premiato con un finanziamento di 112.500 euro della Regione Emilia Romagna. A questi l’azienda ha aggiunto 37.500 euro, provenienti da un avanzo di bilancio. Totale: 150mila euro a disposizione per l’avviamento del progetto.

6) Il Comune di Fidenza è la prima amministrazione del parmense a intraprendere un percorso così ambizioso: per questo nella fase di avvio del progetto - prevista per il triennio 2012-2014  l’attività di San Donnino Multiservizi - sarà seguita da un ente di certificazione, Bureau Veritas, che garantirà che l’intero sistema di procedure sia svolto in modo corretto.  La certificazione di Bureau Veritas renderà il sistema di Fidenza un case study, cioè un modello applicabile anche a realtà più grandi.

7) Nel kit per raccolta differenziata 2012 inviato tramite posta, oltre alle etichette adesive, i fidentini troveranno alcuni utili strumenti informativi: il “Manuale del Riciclo”, un depliant con le novità e i dettagli del servizio di raccolta, i dati sulla raccolta differenziata nel 2011 e le regole d’oro per il corretto conferimento; l’”Ecocalendario 2012”, un vero e proprio calendario su cui sono indicati, giorno per giorno, le tipologie di rifiuto da esporre per il ritiro; il pieghevole “Il riciclo dalla A alla Z”, da consultare per conoscere la destinazione finale di tutti i rifiuti, dalla A di “accendini” alla Z di “zerbino”.

Tutto il materiale sarà presto disponibile, in versione aggiornata e adattata al web, anche sul sito www.sandonnino.it.
Per informazioni: Ufficio Servizi Ambientali, tel. 0524 881170, serviziambientali@sandonnino.it

Info: Ufficio Servizi Ambientali - Tel. 0524 881170- serviziambientali@sandonnino.it - www.sandonnino.it
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento