Presidio in piazza contro il Ddl Boschi: "E' iniziata la demolizione della Costituzione"

Stamattina dalle ore 10 alle ore 12 in piazza Garibaldi si è svolto un presidio con volantinaggio del Comitato Salviamo la Costituzione di Parma contro il Ddl Boschi, presentato in Senato il 14 luglio

Stamattina dalle ore 10 alle ore 12 in piazza Garibaldi si è svolto un presidio con volantinaggio del Comitato Salviamo la Costituzione di Parma contro il Ddl Boschi, presentato in Senato il 14 luglio. "Il disegno autoritario che non è riuscito a Berlusconi sta per essere messo in atto da Renzi" dichiarano i manifestanti che hanno al collo alcuni cartelli dove vengono spiegati i contenuti della Riforma che riguarda il Senato, la Magistratura, l'immunità parlamentare e in conflitto d'interessi. 

IL VIDEO DEL PRESIDIO 

RIFORME: L'ANALISI DEI MANIFESTANTI. Legge elettorale incostituzionale – La Camera sarà ancora composta da 630 Deputati, ma li sceglieranno con liste bloccate quasi tutti i segretari dei primi due partiti, a causa di sbarramenti altissimi, fino al 12% per le coalizioni. La coalizione più votata avrà il 55% e governerà da solo a colpi di decreti e di voti di fiducia. 

Cancellazione del Senato – Non potremo più eleggere i Senatori, che saranno scelti fra chi è già stato eletto negli enti locali, quindi anche il Senato sarà dominato dai primi due partiti. Comunque non potrà controllare il governo, né votare le leggi. Al governo sarà dato il potere di imporre disegni di legge non emendabili da approvare entro 60 gg.

Niente più organismi di garanzia – Controllando la Camera il capo del governo potrà scegliersi il Presidente della Repubblica (a partire dal terzo scrutinio, quando basta il 50%+1) e 10 dei 15 giudici della Corte Costituzionale. Quindi non sarà più possibile bloccare le leggi incostituzionali. 
Fine dell’autonomia dei Magistrati – Il capo del governo potrà nominare anche 1/3 del CSM, che potrà comunque controllare attraverso il Presidente della Repubblica, come si è visto con la lettera di Napolitano sul caso Bruti Liberati. Inoltre con le nuove regole sul pensionamento e sui provvedimenti disciplinari (dirottati a una Alta Corte di nomina del governo) i giudici perderanno la loro autonomia.

Immunità per la ‘casta’ – Dopo una stagione di scandali e con tanti politici sotto inchiesta e condannati. l’immunità dei parlamentari viene rafforzata e estesa ai senatori non eletti, cioè a sindaci e consiglieri regionali (nonostante le vicende del MOSE e dei rimborsi elettorali intascati dai consiglieri nel Lazio, in Liguria, Lombardia e Piemonte). Invece di combattere la corruzione si decide di non perseguirla. 

Il conflitto di interessi rimane – Nessun provvedimento per cambiare l’anomalia italiana, unico Paese evoluto in cui un capo politico è anche l’uomo più ricco del Paese e controlla buona parte dei mezzi di informazione. Nessun provvedimento nemmeno per garantire l’indipendenza della RAI, né per aiutare la stampa non controllata da industriali e finanzieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I cittadini contano sempre meno – I cittadini non potranno esprimere preferenze per la Camera, né scegliere i senatori e nemmeno eleggere i consiglieri provinciali (ma per ora le Province rimangono, anche se con nomi diversi); per le leggi di iniziativa popolare serviranno molte più firme; continuerà a non esserci nessuna garanzia sul rispetto delle scelte dei cittadini espresse nei referendum (come insegna quello sulla ripubblicizzazione dell’acqua).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento