menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoltellamento in casa per i rifugiati, Ciac: "Episodio grave, ma riconosciamo il comportamento corretto degli altri ospiti"

Il fatto avvenuto nella mattinata di ieri ha visto coinvolte due persone. Uno trasportato in Questura e uno in ospedale con una ferita da un coltello da cucina. Secondo il CIAC gli altri ospiti sono intervenuti avvisando operatori e forze dell'ordine.

A seguito della grave lite avvenuta all'interno di una casa per rifugiati a Parma il CIAC Onlus, che gestisce l'accoglienza nel centro, ha diramato un comunicato stampa in cui commenta l'episodio.

“Questa mattina (Ieri Ndr) in appartamento d'accoglienza della nostra città è accaduta una lite tra due degli immigrati accolti. L'episodio si è verificato tra persone che in precedenza non avevano mai tenuto comportamenti violenti e pare sia originato per motivi assolutamente futili trascendendo però in una colluttazione con anche l'uso di un coltello da cucina.

Immediatamente gli altri ospiti della casa hanno cercato di separare i due ed hanno chiamato gli operatori, forze dell'ordine e 118 che sono subito intervenuti. La Polizia ha subito portato in Questura una delle persone coinvolte, l'altra ha ricevuto sul posto le prime cure dal 118 e quindi è stata accompagnata in Ospedale Maggiore dov'è attualmente ricoverata.

Pur in attesa del completo accertamento da parte dell'Autorità Giudiziaria, il CIAC constata la grave violazione perpetrata al regolamento per l'accoglienza, firmato dagli ospiti al momento dell'ingresso, che prevede l'incompatibilità tra ospitalità e qualunque forma di violenza.

Reprimere un tal comportamento, pur eccezionale, vale a riconoscere il comprovato impegno degli altri ospiti nella buona convivenza ed anche nei loro sforzi nel non facile percorso di integrazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento