Rifugiati, Rossi: 'Non sono stati multati'. Ecco i verbali che la smentiscono

Multe ai rifugiati sotto i Portici della Pilotta. E' polemica dopo la diffusione del comunicato stampa del Comune di Parma: 'Non sono stati multati". Alberto Marzucchi: 'I verbali ci sono'

Senzatetto in Pilotta, il Comune: 'Non sono stati multati'
„"
Multe ai rifugiati sotto i Portici della Pilotta. E' polemica dopo la diffusione del comunicato stampa del Comune di Parma. "Gli agenti che sono intervenuti nella serata di giovedì 24 ottobre in Pilotta hanno riscontrato la presenza di quattro uomini palesemente intenzionati a trascorrervi la notte. I quattro sono stati identificati e gentilmente invitati ad allontanarsi, ma non multati. Anzi, gli agenti si sono preoccupati di contattare la Caritas per verificare la possibilità di una loro eventuale sistemazione notturna".

"I verbali esistono -dice Alberto Marzucchi della Rete Dormire Fuori. Ci sono due verbali fatti a due rifugiati sotto i portici della Pilotta giovedì 24 ottobre. Quando sono arrivato era presente una pattuglia della Polizia Municipale. Poi è arrivata anche un'auto dei Carabinieri perchè sembrava che, in un primo momento, i ragazzi non volessero mostrare i documenti. Invece lo hanno fatto. Entrambi hanno ricevuto una multa di 50 euro e sono rifugiati e regolari sul territorio nazioanale. Mentre ero presente, e i Vigili sono andati via prima di me, la Polizia Municipale no ha contattato la Caritas per cercare di trovare un soluzione per la notte ai due senzatetto". Il Comune ha fatto un'ulteriore precisazione dove si dice che l'episodio in cui i senzatetto non sono stati multati è relativo alla notte tra mercoledì 23 e giovedì 24 ottobre ma in realtà nel comunicato inviato in mattinata si parla di "serata di giovedì 24 ottobre' che è la stessa dei verbali mostrati. 

PRECISAZIONE DEL COMUNE.  A margine del comunicato inviato in mattinata, relativo ai senzatetto  identificati sulla scalinata della Pilotta, lo stesso Comune interviene ora per ricostruire  dettagliatamente la vicenda: il comandante della polizia Municipale, anche in seguito a segnalazioni ricevute in merito, ha disposto che si procedesse ad un sopralluogo sotto i Portici della Pilotta per verificare la presenza di eventuali persone che dormivano, nella serata fra mercoledì 23 e giovedì 24 ottobre, affinché "i soggetti fossero identificati e invitati ad allontanarsi", ed anche, eventualmente, per verificare la possibilità di reperire un alloggio nei dormitori per la notte.

Gli agenti hanno effettuato il sopralluogo, identificando quattro persone, le quali, alla richiesta di allontanarsi, hanno manifestato la volontà di alloggiare in una struttura pubblica. Purtroppo, nonostante l'interessamento degli agenti stessi,  che hanno fatto quanto in loro possibilità interpellando la Caritas, ciò non è stato possibile perché  è stato riferito che le suddette persone erano in possesso della tessera solo per il pasto, ma non per il pernottamento.  Le quattro persone identificate si sono allontanate dalla Pilotta alle ore 0.25 di giovedì 24 ottobre, senza subire alcuna sanzione. Fin qui i fatti che hanno dato origine al primo comunicato del Comune. 
 
La sera stessa di giovedì 24  (cioè la notte successiva)  altri agenti della Polizia municipale, durante la loro normale attività di presidio, alle ore 22.10,  hanno riscontrato la presenza di tre persone sulla scalinata della Pilotta con lattine e panini, quindi in situazione di violazione dell'ordinanza antibivacco del sindaco, comminando una sanzione di 50 euro ciascuno.
Va comunque segnalato, che delle tre persone sanzionate, due erano le stesse allontanate senza sanzione alcuna la notte precedente, quindi ci si trovava casualmente di fronte ad una nuova violazione del tutto analoga, nella quale gli agenti si erano  semplicemente limitati a diffidare dal ripetere tali comportamenti. Quest'ultimo intervento, non essendo stato effetto di specifica disposizione, rientrava nella normale attività, quindi non era noto ai vertici del Comando, in quanto non oggetto di particolari attenzioni: solo con il deposito del verbale si sono ricostruiti i fatti nella loro interezza. E i fatti dicono che la mancata sanzione della prima serata, espressamente voluta per riguardo a persone in difficoltà, non è servita in quanto le stesse persone, a distanza di poche ore,  hanno messo in atto il medesimo comportamento vietato dall'ordinanza. Tanto si doveva per  completezza di informazione, senza per questo volere  in alcun modo mancare di rispetto a persone rifugiate in situazione di fragilità, che avranno un loro percorso di protezione con le istituzioni, ma necessariamente nel rispetto delle regole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Potrebbe interessarti:https://www.parmatoday.it/cronaca/senzatetto-multati-comune-polemiche.html
Seguici su Facebook:https://www.facebook.com/ParmaToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento