menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifugio Faggio di tre Comuni: il gestore sarà Cristina Casagrande

Il Rifugio Faggio dei tre Comuni ha un nuovo gestore. Si chiama Cristina Casagrande e a partire dal 1 giugno fino a dicembre 2019 gestirà la struttura situata in località Alpe di Bedonia

Il Rifugio Faggio dei tre Comuni ha un nuovo gestore. Si chiama Cristina Casagrande e a partire dal 1 giugno fino a dicembre 2019 gestirà la struttura situata in località Alpe di Bedonia. In seguito al bando pubblicato lo scorso aprile e alla pervenuta di due offerte, la sezione del Cai di Parma ha individuato nella figura della Sig.ra Casagrande la persona più idonea per il consolidamento dell’attività del Rifugio. Concretezza della proposta, esperienza pluriennale nella gestione di rifugi e nel settore della ristorazione sono stati i punti di forza dell’offerta. Nello specifico l’aggiudicatario è anche titolare, insieme al marito, del Rifugio Monte Penna a Bedonia e ha già operato come cuoca presso il Rifugio Monte Amiante gestito dal CAI di Chiavari in Val d’Aosta.

Tra le principali finalità della gestione del Rifugio vi saranno: il ricovero e il ristoro, estivo ed invernale, per alpinisti ed escursionisti; attività di presidio del Soccorso Alpino locale e per ausili di pronto soccorso; punto di appoggio per l’avvio di escursioni; promozione di attività escursionistiche ed alpinistiche e di conoscenza della montagna; sviluppo di attività culturali sull’ambiente montano; promozione, anche a fini didattici e scientifici, dell’Alta Val Taro e del rifugio, con visite e/o soggiorni, da parte di scuole di vario livello; il favorire la conoscenza del Club Alpino Italiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa dal 1° marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento