Sciopero dei benzinai a febbraio 2012: rinviato per il maltempo

È stata rinviata l'Assemblea Unitaria per decidere modi e tempi dell'annunciato sciopero dei benzinai. La decisione del rinvio è l'ondata di freddo che sta paralizzando numerose regioni italiane

Benzinaio in sciopero

È stata rinviata l'Assemblea Unitaria che si sarebbe dovuta tenere ieri per decidere modi e tempi dell'annunciato sciopero dei benzinai di febbraio 2012.
La decisione del rinvio, come spiegato dal coordinamento unitario dei gestori carburanti Faib e Fegica, è l'ondata di freddo e maltempo che sta paralizzando numerose regioni italiane impedendo il consueto deflusso dei trasporti.

Nel comunicato diffuso, Faib e Fegica hanno precisato che lo sciopero di protesta contro le liberalizzazioni previste dal Governo si farà comunque, ma resterà necessario un incontro a data da destinarsi per mettere a punto le tempistiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento