Dap, 1 milione e 400 mila euro al Comune. Alinovi: "Li useremo per l'Ospedale Vecchio"

E' questo il finanziamento ottenuto dal Comune di Parma nell'ambito del Dup - Documento unico di programmazione regionale e provinciale. Alla Provincia 3 milioni e 800 mila euro. L'elenco degli interventi

L'apertura straordinaria dell'Ospedale Vecchio

Un milione e 400 mila euro per progetti di riqualificazione urbana: è questo il finanziamento ottenuto dal Comune di Parma nell’ambito del Dup – Documento unico di programmazione regionale e provinciale. L’attenzione dell’Amministrazione è, in questo caso, rivolta al complesso storico monumentale più importante dell’Oltretorrente: l’Ospedale Vecchio.

L’assessore all’urbanistica e lavori pubblici Michele Alinovi ha sottoscritto oggi in Provincia l’intesa per l’integrazione delle politiche territoriali. “Ringrazio la Regione e la Provincia, in particolare l’assessore Ugo Danni – dice l’assessore Alinovi – per la collaborazione fattiva instaurata fra gli enti in questo ambito”. Il documento costituisce un momento importante in quanto attraverso di esso Regione e Provincia forniscono contributi per investimenti di riqualificazione urbana in base alle priorità espresse dai Comuni.

E l’assessore Alinovi fa alcune precisazione inerenti i destini dell’Ospedale Vecchio. Infatti, è in dirittura d’arrivo la sottoscrizione di un accordo con il Ministero per i Beni e le Attività  Culturali – Direzione Generale Archivi per confermare la presenza dell’Archivio di Stato all’interno della struttura dell’Ospedale della Misericordia.

La scelta di investire la totalità di questi finanziamenti per opere di restauro dell’Ospedale Vecchio  – spiega l’assessore ai lavori pubblici Michele Alinovi – rappresenta l’impegno fattivo di questa Amministrazione nei confronti dell’Oltretorrente e più in generale nella preservazione ed integrità dei contenitori della cultura e del patrimonio storico architettonico cittadino”.

Da almeno dieci anni – spiega l’assessore – nessuno ha fatto investimenti significativi su questo edificio. “Il nostro obiettivo – prosegue Alinovi – è di compiere principalmente opere di restauro strutturale, messa in sicurezza sismica, rifacimenti di coperture e restauro e consolidamento delle murature e delle arcate storiche”. I fondi verranno inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche per il 2014.

Alinovi va oltre: “A questo punto si può attivare un sano dibattito sul destino del monumento, premesso che l’Amministrazione intende fare di questo edificio un luogo pulsante della socialità e della cultura, mantenendo intatto l’uso pubblico del complesso storico”.

PROVINCIA: IN ARRIVO 3 MILIONI E 800 MILA EURO.  3 milioni e 800mila euro: è questo l’ammontare del finanziamento che arriverà alla Provincia di Parma grazie all’intesa approvata oggi nella sede dell’ente fra Regione, la stessa Provincia di Parma e i sindaci del territorio. Sono questi gli attori del Dup, il documento unico di programmazione unitaria della Regione e declinato in ogni provincia per concertare e concordare i finanziamenti dei progetti.

All’incontro di oggi, a cui è intervenuto il sottosegretario alla presidente della Regione Alfredo Bertelli, si è fatto il punto sull’intesa sottoscritta nel 2010, aggiornandola con nuovi progetti e i finanziamenti che ammonteranno appunto a 3,8 mln di euro. “Il lavoro della Provincia ci permette di chiudere questa intesa per una ulteriore quota di finanziamenti, risorse subito disponibili – ha precisato Bertelli -  e il lavoro fatto insieme ci consente di destinarle al meglio”

“E’ un finanziamento importante che vale doppio perché alla quota della regione si aggiungerà quella messa a disposizione dal territorio e dai soggetti coinvolti. E’ quindi una iniziativa che genera sviluppo e lavoro, in particolare in montagna, un’area già fragile e colpita di recente dal dissesto – ha commentato Ugo Danni assessore provinciale alla pianificazione territoriale che ha coordinato il programma. Con i  3,8 mln di euro la Provincia e i Comuni coinvolti andranno a cofinanziare progetti che partiranno nel territorio e in particolare in Appenino, per potenziare strutture per il turismo, la qualità della vita, la valorizzazione del patrimonio ambientale per l’attrattività del territorio.

Diversi i commenti dei rappresentanti delle istituzioni presenti. Andrea Censi sindaco di Polesine, dando atto della coerenza del progetto ha dichiarato l’impegno dell’Amministrazione a termine quello che sarà l’unico ostello della zona rivierasca del Po. Michele Alinovi assessore all’Urbanistica del Comune di Parma ha invece annunciato l’intenzione dell’amministrazione di reinvestire il finanziamento ottenuto – 1,4 mln di euro - nel restauro dell’Ospedale vecchio, struttura di valore sovra comunale. Soddisfatto di poter mettere a mano all’edificio storico delle Terme di Lesignano anche il sindaco Giorgio Cavatorta. A Tizzano, secondo il sindaco Amilcare Bodria, tutto è pronto per il completamento del palazzetto dello sport : il progetto, la quota di cofinanziamento e si è in attesa dell’autorizzazione ad appaltare. Presenti all’incontro i sindaci Stefano Bovis (Langhirano), Cristina Merusi (Sala Baganza), Nicola Bernardi (trecasali) Ermes Mari (Traversetolo), i vicesindaci Maristella Galli (Collecchio), Giordano Bricoli (Neviano), Filippo Abelli (Calestano), Angelo Scalvenzi (Montechiarugolo) e il direttore dell’Unione comuni Parma est Delio Folzani. 


Questi i progetti finanziati:

Neviano degli Arduini. Con un finanziamento complessivo di 500mila euro si andranno a potenziare le strutture sportive esistenti a Scurano e a incrementare la ricettività diffusa. Il progetto è dedicato alla promozione del turismo di comunità nella zona di Scurano e del Monte Fuso. L’intervento dell’Intesa aiuterà anche il consolidamento della neonata cooperativa di comunità Fuso.com è impegnata a valorizzare da un punto di vista imprenditoriale potenzialità turistiche dell’area.

Tizzano Val Parma. Viene finanziato il completamento del palazzetto dello sport quale centro sportivo polivalente presente nel comune (650mila euro complessivi)
Calestano. Interventi di riqualificazione urbana e realizzazione di aree verdi sia nel centro del paese che nelle frazioni di Marzolara, Ronzano.
Lesignano de’ Bagni. Anche l’Intesa contribuisce al progetto di recupero del complesso delle Terme, in modo complementare ad altri interventi di Comune e ASP. In particolare con 150 mila euro di fondi DUP si interverrà sul tetto e sulla sistemazione delle aree esterne.
Prato Spilla. La Provincia investe per la riqualificazione della stazione sciistica di Prato Spilla in vista anche della pubblicazione del bando per la nuova gestione. In particolare con i fondi del DUP affiancate da risorse del bilancio provinciale e del Comune di Monchio delle Corti verrà riqualificato l’albergo a partire dal tetto e l’impianto di skilift per permettere la prosecuzione della vita tecnica.
Polesine. Si aggiunge un ulteriore finanziamento di 200 mila euro a quello ottenuto con il programma d’area “Po, fiume d’Europa” (Regione, Provincia e Comune) che consentiranno di completate la realizzazione dell’Ostello del grande fiume, di cui sono già in corso i lavori del primo stralcio.
Per la città di Parma, sono in arrivo anche 1,4 mln di euro a fronte di un programma di riqualificazione urbana nell’Oltretorrente già realizzati in questi anni, che quindi potranno consentire al Comune capoluogo di finanziare i nuovi investimenti per il restauro dell’Ospedale Vecchio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Dup e l’Intesa
Il DUP (Documento Unico di Programmazione) rappresenta la cornice per la programmazione unitaria delle politiche finanziate con i fondi strutturali europei e i fondi nazionali e regionali aggiuntivi. Coordina i seguenti programmi operativi: Programma Operativo FESR 2007-2013; Programma Operativo FSE 2007-2013; Programma attuativo FAS 2007-2013.
L’Intesa per l’integrazione per le politiche territoriali, siglata da Regione, Provincia, Comuni e Comunità montane il 18 maggio 2010, rappresenta la trasposizione del DUP a livello provinciale. In essa sono contenuti gli interventi incentrati in via prioritaria sui temi dell’innovazione nei sistemi produttivi, la riqualificazione urbana, la sostenibilità e il miglioramento della qualità ambientale, la valorizzazione dei potenziali culturali e dei sistemi territoriali locali

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di San Secondo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento