menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce la Riserva naturale Ghirardi

Istituita tra Borgo Taro e Albareto la sedicesima area protetta in regione, già tutelata come Sito d'Importanza Comunitaria, oasi faunistica e Oasi WWF. 370 ettari tra boschi, terreni agricoli, pareti rocciose, calanchi e greti fluviali

Nasce in Emilia-Romagna una nuova riserva naturale, quella dei Ghirardi, nell'alta Val Taro.

Prevista dal piano triennale 2009-2011 delle aree protette, la riserva - che si estende per circa 370 ettari ed interessa porzioni territoriali dei Comuni di Borgo Val di Taro e di Albareto - tutela un mosaico di aree ad elevata biodiversità: boschi, terreni agricoli, pareti rocciose, calanchi, greti fluviali. Il via libera è arrivato nell'ultima seduta dell’Assemblea legislativa.

Il paesaggio di questa porzione della montagna parmense si è conservato grazie alla cura e alla lungimiranza dei proprietari, dalla cui volontà nasce la proposta di riserva naturale.L’area della riserva - la sedicesima in regione e già tutelata come Sito d'Importanza Comunitaria (SIC), oasi faunistica di protezione della fauna e come oasi del WWF - vanta al suo interno anche un centro visita aperto al pubblico in località Case Pradelle.

Con l'istituzione della riserva si corona un percorso di concertazione che ha visto insieme l'assessorato regionale Ambiente e Riqualificazione Urbana e la Provincia di Parma a cui compete la gestione della Riserva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento