La partita di rugby finisce con una maxi rissa: ferito l'arbitro che esce sanguinante dal campo

Il grave episodio durante la partita Noceto-Catania per la serie A di Rugby

E' finita con una pesante rissa la partita di rugby tra il Noceto e l'Amatori Catania, che si è svolta domenica 27 ottobre sul campo neutro di Fiorenzuola, valida per il campionato di serie A di rugby. Prima un parapiglia davanti alla panchina del Catania, poi un colpo in faccia a Masini, un giocatore del Noceto e la sua reazione, in seguito alla quale la situazione è degenerata, fino al ferimento dell'arbitro, che si era messo in mezzo per cercare di fermare la violenza. L'episodio  - che deve ancora essere chiarito e che ha portato, per ora, al cartellino rosso solo nei confronti di Masini - si è verificato a tempo quasi scaduto. Secondo le prime informazioni l'arbitro sarebbe stato colpito da un sacchetto del ghiaccio, lanciato da uno dei partecipanti alla rissa. Nelle prossime ore verranno rese note le decisioni del Giudice Sportivo, oltre al referto dell'arbritro, Palombi di Perugia. Solo in quel momento potranno essere chiarite le responsabilità dei giocatori e dei dirigenti coinvolti nella rissa. La partita è finita con la vittoria del Noceto per 34-5 contro l'Amatori Catania. 

LA REPLICA DELL'AMATORI CATANIA

L'Amatori Catania Rugby risponde agli articoli pubblicati sui periodici online parmatoday.it e sportparma.com e altre testate parmensi precisando attraverso le parole dell'Amministratore delegato Riccardo Stazzone quanto segue:

"Ieri, ero presente a Parma, all'ultimo minuto di gioco il nostro giocatore Antony Virzì veniva placcato da due giocatori del Noceto nella zona di bordo campo, vicino alla nostra panchina, finendo dopo l'impatto oltre la linea laterale. Un giocatore del Noceto, estraneo al placcaggio si è avventato, senza un perché, sul nostro giocatore colpendolo con un calcio in faccia. Virzì a questo punto ha cominciato a perdere sangue in maniera copiosa, episodio che ha scatenato il parapiglia generale davanti la nostra panchina. Difficile decifrare cosa è successo e duole che una busta del ghiaccio, posata a terra vicino la nostra panchina, sia finita in faccia all'arbitro. C'èrano circa trenta persone coinvolte nella tumultuosa lite, ma non sappiamo se sia stato un giocatore del Noceto o un nostro atleta a scagliare la busta del ghiaccio. Per di più eravamo impegnati nel soccorrere il nostro Antony Virzì che ha riportato dei seri danni sia alla mascella, sia al setto nasale ed appare assurdo che l'articolo riporti che il pugno del nostro tesserato sia stata la causa scatenante quando lo stesso, invece, aveva da poco subito un calcio in faccia. Ricostruzione superficiale e priva di verità accusare la nostra squadra della rissa e tutto ciò appare stucchevole e soprattutto non veritiero. Al nostro Antony Virzì un grande in bocca al lupo per il delicato intervento che subirà nella giornata di domani per la frattura branca montante mascellare superiore e rottura delle ossa del naso"   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus: scuole chiuse a Parma e in tutta la regione fino al 1 marzo

  • Precipita da una ferrata: durante un'escursione: muore 33enne parmigiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento