Rubava portafogli sugli autobus: arrestata borseggiatrice esperta

La donna, una ecuadoregna classe 63 al momento si trova in carcere a Bologna. Presa anche la sua complice. Le due donne approfittavano della ressa dei mercati per fare incetta di bancomat

Professionista del borseggio. La squadra mobile di Parma ha arrestato A. M. E. C., una ecuadoregna classe 63 con alle spalle 36 fotosegnalazioni e 14 differenti identità. I furti avvenivano tutti con lo stesso schema di gioco. La donna approfittava della ressa dei giorni di mercato emiliani per impossessarsi dei portafogli. Le vittime venivano identificate a bordo degli autobus. L’ecuadoregna simulava una caduta e approfittava dell’aiuto ricevuto per rubare i portafogli nelle borse. L’identificazione è avvenuta grazie alle immagini di videosorveglianza di un bancomat. La donna infatti, preso possesso dei documenti delle vittime non perdeva tempo e si recava alla banca più vicina per prelevare quanto poteva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle denunce ricevute pare che a Parma la donna abbia colpito il 17 e il 30 ottobre, il 7 novembre e il 9 gennaio. Il ricavato di questi borseggi ammonta a 250 euro di scarpe, 250 euro di profumi, 1.000 euro di gioielli, tutti pagati con l’aiuto dei bancomat rubati.

FATTI – A seguito delle varie denunce e grazie ai filmati di videosorveglianza la squadra mobile di Parma è riuscita a identificata donna. Lo scorso 12 gennaio la donna è stata avvistata presso la stazione in compagnia di una sua parente. Entrambe sono state seguite a distanza dagli agenti in borghese e fin da subito è stato chiaro quale fosse il loro scopo. Pedinate nel loro solito giro di borseggio, le due donne arrivate in piazzale Santa Croce si sono accorte di essere seguite e hanno così tentato la fuga. Una fuga però di breve durata.  A. M. E. C. al momento si trova in carcere a Bologna con l’accusa di furto aggravato. Al momento dell’arresto nella borsa della sua complice è stato trovato un maglione rubato da una bancarella di via Verdi. Anche per lei l’accusa è di furto aggravato in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento