menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubbiano, Legambiente: "Gli studi sul territorio devono continuare"

Rubbiano. Dopo l'incontro pubblico promosso dall'Osservatorio Ambientale sulla Laterlite, che risale a circa due mesi fa, Legambiente Fornovo chiede di proseguire gli studi scientifici sul territorio ed invia una lettera aperta ai sindaci

Rubbiano. Dopo l'incontro pubblico promosso dall'Osservatorio Ambientale sulla Laterlite, che risale a circa due mesi fa, Legambiente Fornovo chiede di proseguire gli studi scientifici sul territorio ed invia una lettera aperta ai sindaci di Solignano, Fornovo Taro, Medesano, Varano Melegari

LA LETTERA - "Sono passati più di due mesi -si legge nel testo- dall’incontro pubblico dell’Osservatorio Ambientale sulla Laterlite organizzato a Rubbiano con la presenza di illustri professori, docenti universitari e ricercatori nel quale sono stati presentati studi che hanno messo in luce criticità di tipo sanitario e di qualità dell’ambiente nel nostro territorio. In quella sede, si è evidenziato che sia la qualità dell’aria, sia la mortalità riscontrate nella zona a causa di alcune patologie hanno indici superiori alla media regionale per cui sarebbe stato necessario continuare il lavoro di analisi e di approfondimento gli studi fin qui fatti.

Successivamente alcuni dei relatori presenti hanno dato la loro disponibilità a collaborare in tal senso. Ci sono inoltre le disponibilità da parte degli enti pubblici coinvolti (Arpa, Usl, Università di Parma) per proseguire e approfondire gli studi già avviati grazie all’Osservatorio Ambientale. Ci pare di capire che nonostante queste dichiarate disponibilità, non si sia ancora mosso niente con il rischio di perdere un’occasione irripetibile per la popolazione che vive nel territorio di Rubbiano e nelle zone circostanti.

Non è nostra intenzione fare pressioni ai Sindaci o al Coordinatore dell’Osservatorio Ambientale, ma vorremmo ricordare che i Sindaci sono i principali responsabili sul territorio della salute pubblica e che se esiste un problema di carattere ambientale che possa pregiudicare la salute dei cittadini, occorre fare il possibile per dare risposte concrete e risolvere le criticità. Serve perciò da parte dei Sindaci la volontà di continuare e servono i mezzi per consentire la prosecuzione degli studi scientifici.

A tale scopo riteniamo indispensabile trovare, nelle pieghe dei bilanci comunali o nei fondi regionali, le risorse necessarie per proseguire con metodi scientifici certificati, gli studi sull’inquinamento e sullo stato sanitario dei Comuni di Solignano, Fornovo, Medesano e Varano Melegari, coinvolgendo il più possibile gli enti preposti e chiunque abbia dato la disponibilità a farlo. Mai come ora abbiamo avuto la possibilità di concretizzare questi importanti obiettivi, non sfruttare questa occasione sarebbe una sconfitta per i cittadini dei quattro comuni interessati e soprattutto dei Sindaci liberamente eletti dai cittadini. Auspichiamo quindi che venga al più presto redatta una nuova agenda dei lavori che comprenda il compimento dei predetti studi e pianifichi la prosecuzione del confronto con l’azienda allo scopo di perseguire un impatto ambientale sempre minore sul nostro territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento