menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sconti, da domani partono i saldi 2013: dureranno 2 mesi

Dal 5 gennaio inizia la stagione dei saldi che durerà per 60 giorni fino al 5 marzo. Il cliente avrà al possibilità di cambiare il capo acquistato, ma solo a discrezione del commerciante

I saldi 2013 a Parma partiranno il 5 gennaio e si concluderanno il 5 marzo. Sarà così per tutta la Regione Emilia-Romagna. Lo ha comunicato Ascom Parma Confcommercio Imprese per l'Italia. La decisione è della Giunta della Regione Emilia Romagna.

La durata del periodo dei saldi sarà come di consueto pari a 60 giorni e pertanto i saldi invernali 2013 si concluderanno martedì 5 marzo pv. Si ricorda inoltre che le aziende interessate ai saldi devono effettuare la relativa comunicazione almeno 5 giorni prima della data di effettuazione della vendita di fine stagione e che la stessa deve contenere, oltre ai dati dell'azienda, anche l'indicazione del periodo stabilito.

Eventuali cartelli pubblicitari esposti in vetrina inerenti ai saldi, potrebbero essere soggetti al pagamento dell'imposta di pubblicità, mentre l'indicazione dei prezzi della merce esposta, deve essere redatta con attenzione, indicando il prezzo pieno, la percentuale di sconto applicato ed il prezzo finale di acquisto. E' bene ricordare infine che durante il periodo dei saldi, il cliente, a discrezione del commerciante, ha la possibilità di cambiare il capo entro sette giorni dall'acquisto se accompagnato dallo scontrino fiscale e integro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

  • Cronaca

    Vaccinazioni per gli over 80: lunedì tra disagi e ritardi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento