Salsomaggiore, il 16 giugno al Festival verrà suonata l'arpa di Maria Antonietta

La magia dell' Arpa è in scena a Salsomaggiore: l'originale arpa di Maria Antonietta sarà suonata nel concerto di Masumi Nagasawa del 16 giugno.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

E' su un'arpa originale di quell' epoca, su gentile concessione di Mara Galassi, che Masumi Nagasawa terrà un concerto più unico che raro, nella Taverna Rossa del Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore, domenica 16 giugno alle ore 17,30. Sembra che l'idea di collegare le corde dell'arpa a dei pedali sia balenata per la prima volta nella mente di un liutaio bavarese di nome Jacob Hochbrucher , intorno al 1697.

Prima di allora per poter alterare le corde e ottenere i semitoni venivano fatti ruotare degli uncini posti nella parte superiore dello strumento, oppure venivano fissati tre ordini di corde in numero così elevato, oltre novanta, che l'accordatura cromatica richiedeva tempi lunghissimi!

Dopo un ventennio di esperimenti, Jacob costruì un'arpa dotata di 7 pedali che, posti nella base dello strumento e collegati a un meccanismo di tiranti e levette, potevano alterare il suono di ogni corda di un semitono, ottenendo la stessa funzione dei tasti neri sul pianoforte.

In seguito, il maggiore dei 24 figli di Jacob, Simon, divenne un arpista virtuoso e nel 1729 tenne un concerto memorabile a Vienna per l'imperatore Carlo VI, inaugurando il successo crescente dello strumento che ebbe ben presto ampia diffusione. Gli arpisti, giunti numerosi a Parigi da varie parti d'Europa, iniziarono ad esibirsi nei teatri e nelle società di concerti ; le botteghe di liuteria si moltiplicarono generando strumenti magnificamente intarsiati e dipinti.

La stessa regina Maria Antonietta divenne un'abile arpista e, grazie a una commissione del Duca De Guiness, W.A. Mozart, presente a Parigi nel 1788, scrisse lo splendido concerto in do maggiore per flauto, arpa e orchestra. Nella seconda metà del settecento la nuova arpa a pedali, fece il suo ingresso trionfale nell'Enciclopedia - Dizionario Ragionato delle arti e dei mestieri di Diderot-D'Alambert e fu denominata Harpe Organisèe.

Masumi Nagasawa è una delle massime virtuose di arpa a movimento semplice di pedali, proprio lo stesso tipo di strumento della Delfina di Francia. Il programma che eseguirà sarà tutto originale: il Solo fur die harfe di C.P.Emanuel Bach, composto nel 1762, durante il soggiorno del compositore presso la corte di Federico il Grande di Prussia; la IV Sonata di Krumpholtz, l'arpista boemo che fece conoscere lo strumento ad Haydn e a Mozart; la Fantasia sulla Romanza "Assisa a piè d'un salice"dall'Otello di Rossini di F.J. Naderman, fondatore della cattedra di arpa al Conservatorio di Parigi, maestro della Regina Maria Antonietta; le celebri Sonate di J.L. Dussek e della moglie Sophia Corri.

Il concerto è a ingresso gratuito.

Vai al sito dell' International festival of harp

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento