menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palestinesi in piazza Garibaldi: solidarietà ad Al-Issawi, in sciopero della fame

Sabato 23 marzo alle ore 17 la Comunità Palestinese di Parma invita al presidio indetto per sostenere l'attivista palestinese, che non mangia per protesta dall'agosto 2012

Sabato 23 marzo alle ore 17 in piazza Garibaldi a Parma si svolgerà un presidio in solidarietà a Samer Al-Issawi, un attivista palestinese in carcere in Israele che sta portando avanti lo sciopero della fame per denunciare le condizioni delle strutture detentive israeliane. Il presidio è indetto dalla Comunità palestinese di Parma.

“Questa battaglia è l’ultima pietra che mi rimane da lanciare -sono le parole di Al-Issawi riportata dalla comunità palestinese. "Il popolo palestinese è un popolo sofferente ed umiliato che vive sotto occupazione da decenni nell’indifferenza del mondo e dei media ; è un popolo oscurato, senza diritti ne speranze, murato vivo. E’ nata da diverso tempo una nuova forma di protesta da parte di un gruppo di prigionieri politici, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni delle carceri israeliane, lo sciopero della fame".


"Il simbolo di questa lotta -prosegue la nota- è Samer Al-Issawi, ingiustamente incarcerato con arresto amministrativo, che rischia ormai seriamente la vita a causa delle sue precarie condizioni di salute. Egli ha iniziato questo sciopero il 1 Agosto del 2012 e lo porta avanti ininterrottamente; il suo esempio è stato seguito da tanti altri prigionieri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Salute

Come calcolare l'Indice di Massa Corporea

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento