rotate-mobile
Cronaca

San Leonardo, la rabbia dei residenti: "Questo non è il Bronx"

Un giorno nel quartiere più discusso del momento

"Questo quartiere non è la piaga della città. Ci sono situazioni molto peggiori ma fa comodo dire che al San Leonardo girano droga e spacciatori". Questo è il parere di uno dei residenti che siamo riusciti a intervistare nel quartiere che viene visto da tempo come quello più 'losco' di una Parma che sembra non trovare una soluzione per contrastare il feroce spaccio che si sta estendendo un po' ovunque. Va detto che certa gente non la si trova solo nel quartiere in questione, basta girare un po' per la città, e neanche in tarda ora, per accorgerti che ormai in più zone si spaccia. E non solo in periferia. La 'centralissima' via D'Azeglio ad esempio, è da tempo sede di bivacchi e spaccio. Per arrivare in Via D'Azeglio, percorrendo Viale Vittoria oppure arrivando da Viale Piacenza, ti accorgi che non è difficile acquistare droga: venditori di 'fumo' e 'erba' ci sono ovunque, girano a bordo di biciclette e si confondono nella notte, quasi a mimetizzarsi con essa, trascinandosi dietro un due ruote con il quale ti avvicinano per cercare di venderti qualcosa. E il San Lenoardo quasi non ci sta, si ribella perché vuole strapparsi di dosso l'etichetta che gli è stata affibiata dall'immaginario collettivo: "Trovo che la situazione sia quasi migliorate - dice una barista - anche perché quello che succede qui succede in quasi tutte le parti della città: in Piazzale della Pace, in Stazione, in Via Montanara. Adesso hanno preso di mira il quartiere San Leonardo ma trovo che la situazione sia la stessa più o meno in tutta la città e in tutte le città. E facendo così non si fa altro che ghettizzare ancora di più il quartiere". "BASTA CON LA STORIA DEL SAN LEONARDO MALFAMATO"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Leonardo, la rabbia dei residenti: "Questo non è il Bronx"

ParmaToday è in caricamento