Santa Maria del Taro, Camorali: "La Protezione Civile ha quantificato i danni?"

Il Consigliere Regionale del Gruppo PDL-FI interroga la Giunta Regionale e chiede "se non ritenga d’intervenire urgentemente vista lasituazione del territorio e se vi sono altre situazioni a rischio per l’incolumità pubblica”

“La Protezione Civile della provincia di Parma, in accordo con la Protezione Civile Regionale, ha quantificato esattamente i danni e gli interventi necessari per il ripristino del territorio colpito dalla piena?”. Questa è una delle domande che il Consigliere Regionale del Gruppo PDL-FI, Cinzia Camorali, ha sottoposto alla Giunta Regionale con un’interrogazione presentata in data odierna relativamente al nubifragio verificatosi nella notte tra lunedì 21 e martedì 22 ottobre 2013 nella località di “Santa Maria del Taro” in provincia di Parma che ha provocato lo straripamento del fiume Taro con successivi allagamenti che hanno interessato principalmente le cinque famiglie ed i titolari dell’Albergo Alpino, che è rimasto fortemente danneggiato dall’evento meteorologico. Camorali chiede in fine alla Giunta “Se non ritenga d’intervenire urgentemente vista lasituazione del territorio e se vi sono altre situazioni a rischio per l’incolumità pubblica”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate per cambiare contratti luce e gas: Federconsumatori mette in guardia gli utenti

  • Paura a Mamiano, auto finisce nel canale e si schianta contro un muretto: gravissimo bimbo di 9 anni

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

  • Incidente in tangenziale, è giallo: bici accartocciata e tracce di sangue ma il ferito non si trova

  • Assicuratore-pusher 37enne gestiva un traffico di marijuana e hashish in Università: quattro arresti

  • Gioca 5 euro e vince 66 milioni di euro: maxi vincita al Superenalotto a Basilicagoiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento