Gli Sblilenky presentano lo spettacolo “Boss” al circolo Aquila Longhi

Sabato 21 giugno torna in scena la compagnia teatrale di Giacomo Civiletti, regista e sceneggiatore di “Boss”, ha pensato di mettere in scena una storia che vuole far riflettere ma con qualche risata

Son partiti in dodici ed ora sono solo in sei: Giacomo Asaro, Francesco Candela, Elisabetta Guido, Marco Pisanò, Chiara Pittari, Flora Schettino e Gaspare Zichichi. Ma adesso hanno anche un nome: “Gli Sbilenky” di Giacomo Civiletti, quelli che non si sono arresi ai cambiamenti imposti dall’improvvisa mancanza di spazi in cui provare. Quelli che si sono reinventati presso il Circolo ARCI Aquila Longhi.

Li ricordiamo, infatti, per lo spettacolo “Prede”, tenutosi il 27 novembre scorso presso l’Auditorium Toscanini grazie al sostegno del SISM Parma e del Circolo ARCI Zerbini, in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Quest’anno, però, qualcosa è cambiato e i giovani attori, mossi dall’entusiasmo per un bel progetto gratuito che non poteva vedere la fine dopo un esito gratificante come quello di novembre, si son messi alla ricerca di nuove associazioni disponibili a sostenere la loro passione per il teatro. Ed eccoli qui: pronti ad esibirsi nuovamente e gratuitamente, sabato 21 giugno alle ore 21.00, proprio presso la sede del circolo che li ha ospitati per le prove in Vicolo Santa Maria (traversa di via d’Azeglio).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa volta Giacomo Civiletti, regista e sceneggiatore di “Boss”, ha pensato di mettere in scena una storia che vuole far riflettere ma con qualche risata: "È una storia che non si prende mai troppo sul serio – spiega il siciliano Giacomo Asaro  –  nonostante si parli di un tema delicato come la mafia. Il boss, interpretato da me, oltre a gestire il suo “giro losco” deve anche tenere a bada una moglie piena di vizi (Concettina, interpretata da Elisabetta Guido) e, nonostante tutto, deve nascondere anche un’amante (Tania, interpretata da Flora Schettino). Il protagonista narrante è un giovane ragazzo che cerca di diventare ricco (Michele, ossia Gaspare Zichichi) che si imbatterà nella mafia della città…".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Sindaci: eletti Fiazza a Fontevivo, Boraschi a Palanzano, Canepari a Pellegrino, Restiani a Varano e Concari a Soragna

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento