Un concerto tra schumann e verdi per il convegno della casa della musica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Un concerto di grande interesse sia per l'interesse musicale che per la qualità degli interpreti che ne saranno protagonisti è quello, a ingresso gratuito, che si terrà alle 20.30 di giovedì 5 dicembre nella Sala dei Concerti della Casa della Musica, protagonista il trio formato da Roberto Beltrami, pianoforte, Maurizio Cadossi, violino e Claudio Merlo, violoncello: in programma, composizioni di Robert Schumann, Trio in sol minore op. 110, Giovanni Avolio, "Un bel dì vedremo" dalla "Madama Butterfly" di Giacomo Puccini, Ernest Adler, Fantasia sul "Lohengrin" di Richard Wagner e di Vincenzo De Meglio, Fantasia sul "Rigoletto" di Giuseppe Verdi. Un concerto che è una sorta di musicale introduzione al convegno che, col titolo "Fuori dal teatro. Modi e percorsi della divulgazione di Verdi", organizzato da Casa della Musica, CIRPeM, Università di Parma, Università di Bologna, Archivio delle Società Filarmoniche Italiane per la cura scientifica di Marco Capra e Antonio Carlini e inserito nel programma ufficiale nazionale delle celebrazioni per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, si terrà alla Casa della Musica di Parma il 10 e 11 dicembre prossimi. «Un convegno - come ricorda il presidente dell'Istituzione di piazzale San Francesco, Marco Capra - che vuole affrontare uno degli aspetti principali legati alla musica e alla figura di Verdi: i modi attraverso i quali le sue opere, concepite per luoghi ancora riservati a una parte ristretta della società quali erano i teatri nel XIX secolo, si siano tradotte in un repertorio "popolare" entrato stabilmente nell'immaginario di un numero di persone assai più ampio e vario di quello che frequentava i teatri».

Musicisti ben conosciuti per la loro intensa attività concertistica sia in qualità di solisti che in trio, Roberto Beltrami, Maurizio Cadossi e Claudio Merlo proporranno un programma di grande interesse, tra il romanticismo intenso del grande trio schumanniano e le virtuosistiche, salottiere parafrasi di alcune delle più celebri opere di autori quali Verdi, Puccini, Wagner: un concerto da non perdere per il quale, si ricorda, l'ingresso è liberamente aperto a tutti gli interessati.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento