Scintille tra Pd e M5s sul forno, Civati: "Non l'avete chiuso" Ageno: "L'avete voluto voi"

Botta e risposta tra Civati (Pd) e la Ageno (M5s) sull'inceneritore e le responsabilità della sua mancata chiusura. "Pizzarotti non ha mantenuto le promesse" ha accusato il primo, "Soffrite di amnesia" ha chiosato la consigliera comunale

Si avvicina la resa dei conti congressuale in casa Pd e si moltiplicano gli interventi dei diversi candidati alla segreteria. Oggi ad intervenire sullo spinoso tema dell’inceneritore è toccato a Pippo Civati, fino ad oggi accreditato interlocutore del Movimento 5 stelle il quale però non ha certo risparmiato giudizi severi sull’operato del sindaco Pizzarotti.

"A Parma Pizzarotti – ha dichiarato Civati - non è riuscito a spegnere l'inceneritore a Reggio Emilia, guidata dal Pd, sì". A rincarare la dose ci ha pensato il comitato Parma per Civati, che con un comunicato ha precisato: “Il Pd che ha in mente il candidato alla segreteria nazionale è un partito che pensa all'ambiente e si impegna per la salute dei cittadini. E per spiegarlo cita un esempio: a Reggio Emilia dove la giunta guidata dal centrosinistra è riuscita a dire stop all'incenerimento dei rifiuti, mentre nella nostra città il Pd ha fatto l’esatto contrario e Pizzarotti non ha mantenuto la promessa elettorale.

Nei giorni scorsi Parma è tornata al centro dell’attenzione mediatica per la questione del termovalorizzatore di Ugozzolo. Sulle sue sorti Pizzarotti ha costruito buona parte del successo elettorale promettendo che avrebbe fatto di tutto per impedirne l’accensione. Alla prova dei fatti la promessa non è stata mantenuta: da una parte, l’amministrazione comunale si è difesa, assicurando di aver fatto di tutto per fermare il termovalorizzatore, dall’altra i partiti di opposizione, gli stessi che ne hanno avvallato la costruzione, hanno accusato Pizzarotti di aver illuso i parmigiani, anche con conseguenze di tipo economico per le tasche dei cittadini a causa del risarcimento chiesto da Iren.

Dal nostro punto di vista in tutto questo bailamme, si è perso di vista il merito della questione: è fondamentale che la politica rifletta sugli errori commessi e si adoperi per ripensare la questione ambientale nei termini già definiti da molti comuni virtuosi sparsi per l’Italia, la maggior parte dei quali amministrati dal Partito Democratico, che hanno dimostrato che esiste un’alternativa alle discariche e ai termovalorizzatori. 

Tale alternativa sarà alla base della proposta politica che Pippo Civati porterà al Congresso del Pd: l’ambiente deve essere al centro del dibattito politico, poiché riguarda la salute delle persone, la salvaguardia delle bellezze del nostro Paese e può avere importanti risvolti economici e occupazionali”.

La risposta dei 5 stelle: “Il Pd è un cerbero dalle troppe teste”

Non si è fatta attendere la risposta dei 5 stelle parmigiani, i quali hanno inviato, a firma della consigliera Patrizia Ageno una nota al vetriolo.

“Tutti ricordiamo da bambini i racconti affascinanti sugli animali mitologici. Erano animali simbolici, rappresentativi di un'epoca che con le loro peculiarità scavavano nel profondo della nostra anima un angolino dedicato alla fantasia.Il terzo millennio, in Italia, ci regala ben altri animali mitologici, privi di profondità psicologica e sociale; più che ad esseri mitologici assomigliano a quei mostri che partorisce "il sonno della ragione".

Tra questi spicca per dimensione il Pd. Un animale evidentemente dalle molte teste, e apparentemente anche dalle molte idee (almeno due per testa) che evoca Idre o Cerberi. La caratteristica di questa creatura, è che le teste sono tutte molto diverse, costringono l'enorme corpo a movimenti goffi e inconsulti e sono in perenne contrasto tra loro.

Nessuna mente, per quanto fantasiosa, può concepire un tale coacervo di volontà e finalità diverse. E allora ecco che non ci stupisce lo spuntare della testa Civati che in disprezzo e oblio della realtà, comincia a raccontare una favola di un Pd contro gli inceneritori, che ne ha fatto piazza pulita in Emilia Romagna alla faccia degli sprovveduti amministratori di Parma che non sono riusciti a fermarne uno già realizzato all'80% dallo stesso Pd.

Nessuna testa pietosa all'intorno può sussurrargli all'orecchio che l'inceneritore è stato fortemente voluto dal Pd? Nessuno può evitargli un accertamento sullo stato della sua memoria, ricordandogli come Bernazzoli in campagna elettorale abbia orgogliosamente rivendicato l'assoluta necessità di questo mostro tecnologico?

Potrebbe essere un'astuta tecnica di questo partito volpone: li costruisco, poi li rottamo e me ne vanto. E' chiaro che il Pd, le cui innumerevoli teste hanno berciato per una intera campagna elettorale su come solo loro avrebbero mandato a casa Berlusconi e ora cercano ogni modo per salvarlo dalle grinfie della giustizia, sia sicuramente affetto da smemoratezza congenita. La sua storia non si spiega altrimenti, ma non deve pensare che anche gli italiani abbiano necessariamente lo stesso problema neurologico.

Adesso stiamo esagerando. Adesso queste mille teste dovrebbero smetterla di strepitare per far dimenticare ai cittadini le loro prodezze. Stanno governando con il pregiudicato più famoso d'Italia che proteggono; non è mai il momento giusto per abolire il porcellum; aboliscono l'Imu per fare una tassa peggiore in omaggio al Pdl; aiutano in ogni modo le lobby del gioco d'azzardo passando il loro debito da 2,5 miliardi a meno di 700 milioni e per pietà basta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Che Civati si fermi e fermi le altre teste impazzite, che si guardino negli occhi fin dentro nell'anima, chi ce l'ha, e smettano di gettare fumo negli occhi ai cittadini o diventeranno protagonisti delle storie di orrore che le mamme nel quarto millennio racconteranno ai bambini per indurli a comportarsi bene e a non dire le bugie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento