Cronaca

Sciopero, ma i benzinai sono aperti: "C'è la crisi, non possiamo chiudere"

Facendo un giro nelle vie principali della città non sembra esserci traccia di alcuna protesta. Salvo poche eccezioni, in via Emilia ovest, Tangenziale sud, via La Spezia, via Europa, sono aperti quasi tutti i benzinai

Distributore di benzina aperto in Tangenziale sud

È iniziato ieri a partire dalle 19,00 per concludersi alle 7,00 di venerdì 11 novembre lo sciopero indetto dai benzinai per sottolineare contrarietà all'azione del Governo a seguito degli impegni presi con la categoria. Tuttavia, percorrendo alcune delle vie principali di Parma, sembra non ci sia traccia di alcuno sciopero in atto. In via La Spezia sono aperti quattro distributori su cinque, sono aperti i distributori della tangenziale sud, sono attivi anche gli esercizi di via Langhirano, di via Europa come anche i distributori di via Emilia ovest. Tra i pochi trovati chiusi, il distributore di via Partigiani d'Italia, di via Mantova e di viale dei Mille.

Confusi i tanti automobilisti che si sono affrettati a fare rifornimento nei giorni precedenti, davanti a uno sciopero che sembra non aver trovato seguito in città. Andando a chiedere i motivi della mancata adesione a quanti hanno scelto di lavorare nonostante lo sciopero, molti benzinai si sono mostrati reticenti a spiegare le proprie ragioni. "Non c'è più nessuno sciopero", sostiene il dipendente di un esercizio in tangenziale sud; "Il gruppo aveva già deciso di non aderire, per questo lavoriamo", afferma un benzinaio di via La Spezia.

Motivazioni economiche alla base della scelta di non aderire alla protesta secondo quanto affermato dal dipendente di un esercizio di via Langhirano: "La scelta di esprimere dissenso tenendo chiusa l'attività va a discrezione del singolo distributore. Noi avevamo detto da subito che non avremmo aderito perchè c'è la crisi e, ora, non ci si può permettere di non lavorare per giorni". Un benzinaio di via  Emilia Ovest spiega le possibili ragioni di uno sciopero annunciato e poi non attuato: "Se vedo che un mio concorrente vicino tiene aperto e se scopro che in tanti non chiudono perchè lo devo fare io? Solo per perdere clienti? Non hanno senso neanche le tattiche di aumentare i prezzi prima dello sciopero, per poi restare aperti, perchè alla lunga non funziona".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero, ma i benzinai sono aperti: "C'è la crisi, non possiamo chiudere"

ParmaToday è in caricamento