Trasporti, lunedì 16 dicembre sciopero nazionale di 4 ore. Tep: dalle 16.30 alle 20.30

Lunedì 16 dicembre sciopero nazionale del Trasporto Pubblico Locale proclamato dalle Segreterie Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Fna, Faisa-Cisal

Lunedì 16 dicembre sciopero nazionale del Trasporto Pubblico Locale. Lo sciopero nazionale è proclamato dalle Segreterie Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Fna, Faisa-Cisal per impegnare le Associazioni Datoriali Asstra (Aziende TpL Pubbliche) e Anav (Aziende Private dei Trasporti) ad avviare trattative per rinnovare il contratto nazionale di lavoro della Mobilità. Dalle ore 12 si terrà un volantinaggio in via Mazzini. 

TEP: LE MODALITA' A PARMA. Lo sciopero, tenendo conto del rispetto delle fasce di servizio garantite ex Lege 146/90 sulla tutela dei diritti della persona costituzionalmente assicurati e successive modificazioni, verrà effettuato nella giornata di lunedì 16 dicembre 2013 con le seguenti modalità: personale viaggiante urbano ed extraurbano: dalle ore 16.30 alle ore 20.30; personale impianti fissi-uffici e biglietterie: le ultime 4 della giornata lavorativa. Vengono garantiti, per le officine, i soli turni indispensabili ad assicurare la sicurezza del servizio di movimento e degli impianti. Le autolinee in esercizio potranno subire annullamenti di corse dalle ore 16,30 alle ore 20,30. Eventuali chiarimenti sugli orari dei servizi di cui sopra possono essere richiesti alle biglietterie ed al Servizio Informazioni al numero 840 22 22 22.

LE MOTIVAZIONI. "Anche nel territorio regionale dell’Emilia Romagna Lunedì 16 dicembre 2013 si svolgerà lo sciopero che riguarderà oltre 6.000 lavoratori delle Aziende del Trasporto Pubblico Locale compreso le Ferrovie ex FER, attualmente integrate in TPER e i 700 che operano nei servizi sub-concessi gestiti da aziende private.Lo sciopero nazionale è proclamato dalle Segreterie Nazionali FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGL FNA, FAISACISAL per impegnare le Associazioni Datoriali ASSTRA (Aziende TpL Pubbliche) e ANAV (Aziende Private dei Trasporti) ad avviare trattative per rinnovare il contratto nazionale di lavoro della Mobilità.

Purtroppo anche in un recente incontro (29 novembre 2013) convocato dal Ministro del Lavoro da parte datoriale, sono state ribadite le solite, strumentali e dilatorie argomentazioni che da oltre 6 anni impediscono qualsiasi concretizzazione del confronto, in qualunque sede si svolga, sia per quanto riguarda le problematiche del settore, che per quanto riferito al CCNL. Su quest’ultimo tema, in particolare, ASSTRA e ANAV hanno confermato la loro sostanziale indisponibilità a ricollocare il negoziato contrattuale nel perimetro di applicazione del nuovo CCNL della Mobilità, hanno ribadito che, in ogni caso, il rinnovo contrattuale deve essere integralmente autofinanziato, quindi a completo carico del fattore lavoro, ed hanno affermato che non possono assumere alcun impegno sui possibilità tempi di sviluppo del negoziato.

Pertanto le Segreterie Regionali CGIL CISL UIL e le Categorie del settore in Emilia Romagna hanno concordato, oltre il calendario di svolgimento di 4 ore di sciopero allegato, anche le seguenti iniziative:1. Effettuare in ogni sede aziendale di bacino un presidio per richiedere alle Direzioni Aziendali di assumere iniziative per sollecitare Asstra a ritirare gli atteggiamenti di indisponibilità al confronto sindacale. 2. Richiedere agli Enti Locali, Province di ogni bacino di TpL e proprietari di Aziende di TpL di assumere la disponibilità a confrontarsi su iniziative per una regolazione del traffico affinché nelle loro città si incrementi la velocità commerciale dei mezzi pubblici nelle aree densamente urbanizzate, si aumentino le corsie preferenziali, si promuovano le integrazioni fra rete ferroviaria e servizi su gomma, si definiscano programmi innovativi di gestione della sosta, connessi a nuove forme di mobilità sostenibile.3. Alla Regione Emilia Romagna, che più di altre Regioni è impegnata su obiettivi di aggregazione delle Aziende, richiediamo un apposito incontro per concertare tappe e modalità della strategia con la quale addivenire alla costituzione di un operatore unico regionale ferro/gomma. Inoltre solleciteremo la stessa Regione affinché assuma iniziative tese a migliorare il rapporto di leale collaborazione tra lo Stato e le Regioni anche sul piano della programmazione strategica per il miglioramento ed ammodernamento dell’offerta del trasporto". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento