Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Sciopero del 15 novembre, Maestri: "Accanto a chi ha meno e ha pagato di più"

La parlamentare del PD, Patrizia Maestri, incontrerà i lavoratori che parteciperanno alla manifestazione unitaria di CGIl, CISL e UIL di venerdì 15 novembre

“La priorità è il lavoro e l’aiuto a chi oggi ha di meno e ha già pagato di più;  tenendo presente che i vincoli del bilancio pubblico non consentiranno di accontentare tutti e di accogliere tutte le proposte, occorre che la Legge di Stabilità venga modificata in senso più equo e redistributivo”. Così la parlamentare Patrizia Maestri ha annunciato la sua presenza all’avvio del corteo di venerdì 15 novembre a Parma promosso, in modo unitario, da tutte e tre le sigle sindacali confederali.

“Nei giorni scorsi - ha continuato la Maestri -, una rappresentanza dei gruppi parlamentari di PD e SEL ha incontrato Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, per raccogliere sollecitazioni e proposte, alcune delle quali sono state tradotte in emendamenti presentati al Senato, dove la Legge di Stabilità sta iniziando il suo iter. Stupisce che i parlamentari del M5S e del PDL non abbiano ritenuto di confrontarsi con i rappresentanti dei lavoratori in vista di questo importante passaggio parlamentare.

Il 2014 potrebbe, finalmente, essere l’anno della ripresa economica: occorre intercettarla e sostenerla investendo ogni risorsa disponibile a sostegno del mondo della produzione e del lavoro, a partire dal contrasto alla disoccupazione e dal sostegno ai redditi con un taglio deciso al cuneo fiscale”.

“Ma occorre anche avere a cuore la giustizia sociale e la solidarietà;” – ha concluso la Maestri – “a partire dal rifinanziamento della Cassa Integrazione, dal ripristino dell’indicizzazione all’inflazione delle pensioni medio-basse e dalla soluzione del problema esodati” .

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero del 15 novembre, Maestri: "Accanto a chi ha meno e ha pagato di più"

ParmaToday è in caricamento