Sindacati, il 22 giugno sciopero generale: l'Emilia Romagna è esclusa

Le organizzazioni sindacali di base hanno proclamato l'astensione dal lavoro in tutte le categorie pubblice e private ma non nella nostra regione per non provocare disagi alla popolazione colpita dal terremoto

I sindacati di base non sciopereranno in Emilia Romagna per rispetto alle vittime del terremoto. Venerdì 22 giugno sarà sciopero generale. Ad indirlo le organizzazioni sindacali di base che con questa mobilitazione, pressochè unitaria, intendono contestare le politiche economiche e sociali del Governo Monti. Usb, Cub, Usi, Unicobas, Snater, Si Cobas insieme per 24 ore di astensione dal lavoro. Ci saranno cortei a Milano e a Roma.

L'unica regione non interessata dallo sciopero sarà infatti l'Emilia-Romagna. I sindacati di base hanno scelto di non proclamare lo sciopero nella regione colpita dal sisma e dalle tragedie delle ultime settimane per non pesare su aziende ed apparati produttivi già in forte crisi a causa delle conseguenze del terremoto. Anche il settore della scuola resterà escluso dallo sciopero per non impedire lo svolgimento degli esami estivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

  • Pioggia e vento, allerta gialla nel parmense: week end con temperature in discesa

  • Un uomo minaccia di lanciarsi dal viadotto: fermato all'altezza di Fontevivo

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

  • Inciampa, cade e viene attaccata dai rottweiler del figlio

Torna su
ParmaToday è in caricamento