menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il corteo del 5 maggio davanti al Provveditorato agli Studi

Il corteo del 5 maggio davanti al Provveditorato agli Studi

Sciopero della scuola, corteo e flash mob contro il Ddl: "Scuola pubblica, laica e libera"

Una mattina di protesta contro il Ddl sulla scuola in discussione: flashmob, aquiloni, cartelli e striscioni per protestare contro il decreto, chiamato 'Buona Scuola' del Governo Renzi. Anche a Parma, come in tutta Italia, la giornata del 5 maggio è stata l'occasione per la mobilitazione di studenti, insegnanti, precari della scuola e ausiliari

Una mattina di protesta contro il Ddl sulla scuola in discussione: flashmob, aquiloni, cartelli e striscioni per protestare contro il decreto, chiamato 'Buona Scuola' del Governo Renzi. Anche a Parma, come in tutta Italia, la giornata del 5 maggio è stata l'occasione per la mobilitazione di studenti, insegnanti, precari della scuola e ausiliari. Tutti e tutte insieme per gridare con una voce unica: 'No alla Buona Scuola di Renzi, sì alla scuola pubblica'. Dalle ore 9 gli studenti e gli insegnanti si sono ritrovati in piazza Garibaldi per preparare striscioni e aquiloni, con i disegni dei più giovani. "Vogliamo una scuola pubblica, laica, democratica e libera" è scritto su un aquilone appena creato da due adolescenti che oggi sono in piazza per difendere la scuola. "Viva la scuola" è uno degli slogan più ripetuti nella piazza della protesta del 5 maggio. Un grosso presidio che, dopo essersi spostato su via Repubblica - sempre controllato dalle forze dell'ordine che hanno gestito l'ordine pubblico - si è mosso in corteo lungo via Farini per arrivare fino alla sede del Provveditorato agli Studi, circondato simbolicamente e pacificamente dai manifestanti: gli aquiloni sono stati appesi alla cancellata per comunicare il contenuto della protesta. Davanti al Provveditorato oltre ai rappresentanti del Comitato 'La scuola siamo noi', insegnanti e studenti ha preso la parola anche il consigliere comunale del Pd Bizzi che ha protestato contro il progetto di riforma del suo 'collega' di partito Matteo Renzi. Poi alle ore 12, in contemporanea con le altre città italiane, c'è stato un flash mob in piazza Garibaldi con fischietti e palloncini colorati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento