menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero nazionale del pubblico impiego: possibili disagi in città

Una giornata di sciopero contro la Spending Review del Governo Monti quella indetta da CGIL, la FLC CGIL e FP CGIL con adesione della UIL. Possibili disagi a Parma per l'erogazione di servizi e nei trasporti

Braccia incrociate in tutta Italia per gli aderenti alla giornata nazionale di protesta indetta da CGIL, la FLC CGIL e la FP CGIL con adesione anche della UIL contro il decreto Spending Review. Una sola direzione, quella verso interventi di natura finanziaria che avrebbe come aggravante, secondo quanto sostenuto dai sindacati, un comportamento "schizofrenico" da parte del Governo nelle relazioni con le parti sociali.

Una volontà di ridimensionare e destrutturare le pubbliche amministrazioni e i servizi pubblici invece di optare per un loro miglioramento, sostengono i sindacati che oggi aderiscono alla protesta. Una manifestazione dalle ore 9 a Roma in piazza Esedra con aderenti provenienti da tutta Italia, per dire 'no' a un decreto che, si legge in un comunicato diffuso: "consegna a tutti noi, al Paese, ai cittadini una riflessione che lo sciopero generale si incarica di contrastare: l'idea che, lungi dal voler riformare, riorganizzare, migliorare l'azione pubblica, gli interventi governativi perseguono la ridefinizione del sistema, il ridisegno del welfare attraverso un nuovo rapporto fra cittadini e diritti, fra bisogni e tutele, fra pubblico e privato".

Anche a Parma sono previsti possibili disagi per la giornata di oggi da parte di uffici e pubblici servizi a causa dell'indizione, per tutta la giornata di oggi, dello sciopero a livello nazionale. Trasporti - Possibili variazioni di orario, ritardi e cancellazioni sono stati preannunciati da Trenitalia per la giornata di oggi, dalle 9 alle 17 da parte del personale Regione Emilia Romagna. Nessun disagio previsto per il trasporto pubblico, secondo quanto confermato dalla Tep, che non aderisce alla giornata di protesta.

Comune -Nonostante l'adesione alla giornata di protesta, sono garantiti servizi minimi per i servizi demografici stato civile che permetteranno la denuncia di nascite e decessi; garantiti i servizi cimiteriali e di onoranze funebri per trasporto ricevimento e inumazione, il servizio manutenzione. La Polizia Municipale ha comunicato di garantire il pronto intervento in casi di emergenza e per incidenti oltre alla centrale operativa.

Scuola e sociale - Alcuni asili potrebbero non garantire servizi, ma singolarmente hanno reso nota precedentemente alle famiglie l'adesione o meno allo sciopero e le eventuali variazioni nell'erogazione dei servizi. Il personale socio educativo assistenziale che si occupa di servizio per i disabili ha avvertito i dirigenti scolastici che non sarà garantita la presenza a causa dello sciopero. Garantiti il centro ascolto caritas per l'area adulti e immigrazione, l'assistenza domiciliare agli anziani e il pronto intervento per minori trovati in stato di pregiudizio. Sanità - I servizi sanitari urgenti saranno garantiti dall'Ausl, ma sono probabili disagi per adesione allo sciopero, secondo quanto reso noto dalle Direzioni Generali di Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento