Sciopero: treni in ritardo fino a 40 minuti, cancellati alcuni convogli

Ennesima giornata di astensione dal lavoro del settore trasporti: alla stazione di Parma pesanti ritardi, che hanno riguardato regionali ed intercity, e disagi per pendolari e turisti

Sciopero treni alla stazione di Parma, 20/7/2012

Ennesima giornata di scioperi quella che ieri 20 luglio ha fatto incrociare le braccia ai dipendenti dei trasporti pubblici e al personale ferroviario contro i tagli previsti al servizio e al personale e il mancato rinnovo dei contratti collettivi dei lavoratori. Una mattina di disagi alla stazione di Parma a causa dello sciopero che il personale Trenitalia spa Regione Toscana aveva proclamato a partire dalle 21,00 del 19 luglio per 24 ore. Giornata nera per i trasporti con ritardi nell'arrivo dei treni sino a 40 minuti, oltre alle numerose cancellazioni come per il regionale delle 15,44 per La Spezia, i treni delle 15,10 e 17,10 previsti in arrivo da Pontremoli, il regionale previsto in arrivo da La Spezia alle 18,30.

Ritardi che hanno riguardato anche gli Intercity, come quello delle 17,36 da Salerno a Milano e i treni in arrivo da Brescia con ritardi anche superiori ai 30 minuti, come per il regionale delle 18,44. Oltre ai disagi causati dagli scioperi, registrato anche un ritardo di 25 minuti per il treno delle 19,05 proveniente da Bologna centrale e diretto a Milano centrale, a causa di un intervento dei Vigili del Fuoco nei pressi della linea. Tanti i turisti oltre ai consueti pendolari che hanno passato ore alla temporary station, lamentando la mancanza di punti informativi e la carenza di spazi per l'attesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento