Sciopero dei trasporti, venerdì 22 marzo astensione dal lavoro: possibili disagi

Venerdì 22 marzo Fit Cisl, Uila Uil, Filt Cgil e Faisa Cisal hanno dichiarato uno sciopero nazionale di 24 ore dei trasporti che interesserà anche Parma. La Tep specifica che non interesserà le fasce garantite

Sciopero dei trasporti. Venerdì 22 marzo 2013 Fit Cisl, Uila Uil, Filt Cgil e Faisa Cisal hanno dichiarato uno sciopero nazionale di 24 ore dei trasporti che interesserà anche Parma. L'azienda di trasporto pubblico locale Tep ha comunicato che lo sciopero non interesserà le fasce garantite.

'PREOCCUPATI PER LA VENDITA DELLE AZIONI TEP'. Il prossimo venerdì 22 marzo tutti i lavoratori del trasporto pubblico, e con loro i tranvieri di Parma, si asterranno dal lavoro per l'intera giornata a sostegno della vertenza per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, scaduto ormai dal 2007. A Parma, alle ragioni della mobilitazione si aggiungono le forti preoccupazioni circa la scelta operata da Comune e Provincia, e considerata scellerata da lavoratori e sindacati, di affidare il servizio di trasporto pubblico vendendo, contestualmente, parte del pacchetto azionario di Tep.
 

FASCE GARANTITE. Secondo gli obblighi di garantire comunque i servizi essenziali, verranno assicurati i seguenti servizi:

PRONTOBUS URBANO – HAPPY BUS – SERVIZI SPECIALI. Al mattino: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 5.30 alle ore 8.30; a mezzogiorno: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 12.10 alle ore 14.40. Le corse per le quali è prevista la partenza devono essere completate fino ai capolinea; sono peraltro effettuate le sole corse in partenza dai capolinea entro gli orari di termine delle fasce qualora le corse stesse, secondo gli orari pubblicati, completino il loro percorso entro le ore 9.15 e 15.25 rispettivamente per la fascia mattutina e per quella meridiana; l'ultima delle corse garantite nella fascia è comunque limitata al capolinea urbano opposto.

SERVIZIO EXTRAURBANO – PRONTOBUS EXTRAURBANO. Al mattino: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 5.30 alle ore 8.45;
 A mezzogiorno: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 12.10 alle ore 14.55; Le corse per le quali è prevista la partenza devono essere completate fino ai capolinea; sono peraltro effettuate le sole corse in partenza dai capolinea entro gli orari di termine delle fasce qualora le corse stesse, secondo gli orari pubblicati, completino il loro percorso entro le ore 9.15 e 15.25 rispettivamente per la fascia mattutina e per quella meridiana. In eccezione al criterio ora indicato, vengono effettuate le corse che, pur non completando il loro percorso entro gli orari precisati sopra hanno un percorso superiore ai 50 km., essendo partite dal capolinea almeno un'ora prima della fine di ciascuna fascia e precisamente entro le ore 7.45 ovvero le ore 13.55.

SERVIZI AUSILIARI. Biglietterie: apertura dei soli sportelli negli orari di funzionamento dei servizi. Presidi di movimento: apertura completa e continuativa. Portinerie e centralini: apertura completa e continuativa, con un addetto per deposito. Addetti di movimento: impiego del personale negli orari di funzionamento dei servizi Agenti verificatori: copertura dei soli turni di cabina capolinea nei soli orari di funzionamento del servizio. Uffici: apertura per sole prestazioni impellenti non rinviabili, previa comunicazione alla OO.SS Officine: copertura dei soli turni indispensabili a garantire i servizi di movimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Eventuali chiarimenti sugli orari dei servizi di cui sopra possono essere richiesti alle biglietterie e al numero verde 840 22 22 22.
I servizi garantiti come sopra coprono le fasce orarie di servizio indicate come "prestazioni indispensabili" e previste dalla legge allo scopo di contemperare l'esercizio del diritto allo sciopero con la tutela dei diritti della persona costituzionalmente garantiti, per cui restano assolti gli obblighi fissati dalla Legge 146/90 e dalla Legge 83/00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento