Sciopero dei trasporti: lunedì 7 novembre fermi 24 ore anche a Parma

L'Unione Sindacale di Base: "Il Governo non ha destinato le risorse necessarie e sta continuando ad operare ulteriori tagli portando così in una situazione di collasso irreversibile l'intero sistema trasporti"

L'Unione Sindacale di Base ha proclamato per l'intera giornata di lunedì 7 novembre uno sciopero nazionale del trasporto pubblico locale. Il sindacato protesta contro i tagli contenuti nella nuova manovra finanziaria e contro il Governo che, trasferendo la gestione dei trasporti locali alle regioni, non ha destinato le risorse necessarie per garantire i livelli minimi di un trasporto pubblico efficiente.

"In realtà il Governo - si legge in una nota dell'Usb - non solo non gestisce l’intero sistema trasporti ma, nel trasferire tale competenza alle regioni, non ha trasferito, in assoluto, le risorse necessarie e sta continuando ad operare ulteriori tagli portando così in una situazione di collasso irreversibile l’intero sistema trasporti.
Stanno facendo macelleria di un bene comune, quale è il trasporto pubblico, determinante per definire la qualità di vita di una società, la mobilità dei cittadini, la crescita e lo sviluppo del Paese.
Occorre pretendere dal Governo l’impegno e la messa a disposizione di risorse sufficienti per superare la situazione attuale di perenne continua emergenza".

SCIOPERO BUS TEP

SCIOPERO DEI BENZINAI

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento