Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Via Generale Carlo Alberto dalla Chiesa

Sciopero Trenitalia: braccia incrociate per 8 ore sino alle 17

Possibili ripercussioni anche sulle altre linee per lo sciopero indetto dal personale Trenitalia aderente a Fit, Filt, Uilt, Ugil, Fast. Garantiti i servizi essenziali nelle fasce di maggiore frequentazione

Ennesima giornata di disagi per i viaggiatori in transito alla stazione per uno sciopero indetto dal personale Trenitalia aderente a Fit Cisl, Filt Cgil, Uil trasporti, Fast Ferrovie. Lo sciopero, previsto dalle 9,01 alle 17,00 di oggi 12 aprile escluderà la Toscana e potrà comportare ritardi e cancellazioni, anche con possibili ripercussioni su altre linee. Trenitalia fa sapere che saranno garantiti i servizi essenziali nelle fasce di maggiore frequentazione, dalle 6,00 alle 9,00, dalle 18,00 alle 21,00.

LE RAGIONI E LA POLEMICA - Le ragioni sono legate a polemiche per l'atteggiamento dell'azienda riguardo temi legati all'occupazione, gestione turni di lavoro degli equipaggi e smantellamento divisione cargo. Un botta e risposta animato tra le dichiarazioni dell'amministratore delegato FS Mauro Moretti e il segretario generale Fit Cisl Giovanni Luciano proprio in merito alle ragioni dello sciopero. "I sindacati  devono capire che il loro posto di lavoro si sostiene se l'impresa è sana, altrimenti non si sostiene. Se dovessimo continuare a fare quello che sostengono i sindacati, soprattutto per le merci, perderemmo un sacco di milioni. Da parte loro c'e' una lunga teoria di malfunzionamenti ed inefficienze e se cosi' fosse non si spiegherebbe come facciamo ad essere efficienti''. I sindacati non so cosa vogliano dire - ha concluso l'ad di Fs riferendosi alla motivazione dello sciopero - ce lo diranno quando vorranno incontrarci''. Dichiarazioni rilasciate ai media e riportate da un comunicato da Fit Cisl per sottolineare la contrarietà in merito a questa posizione. "L'efficienza dell'azienda - ha ribadito il segretario Giovanni Luciano - è dovuta soprattutto a quanto fatto dal sindacato negli ultimi dieci anni in termini di maggiore produttività. Se il treno in Italia deve essere solo alta velocità, il sindacato non è d'accordo e protesta per questo. Aspettiamo con ansia che Moretti, tra un'inaugurazione e l'altra, annunci che questa azienda riprende a fare occupazione e non una sterile efficienza che elimina il trasporto ferroviario delle merci e riduce il trasporto dei pendolari nelle condizioni in cui è".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero Trenitalia: braccia incrociate per 8 ore sino alle 17

ParmaToday è in caricamento