menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune, trattativa rotta. I Vigili scioperano nel giorno delle Frecce Tricolori

I sindacati annunciano la rottura della trattativa per il Contratto Integrativo Decentrato per i dipendenti del Comune di Parma. La Municipale non presterà servizio e volantinerà all'aeroporto Verdi

"I sindacati di categoria del pubblico impiego FP CGIL, FP CISL, UIL FPL, DICCAP SULPM PM -si legge in una nota- congiuntamente alla RSU del Comune di Parma, esprimono il loro profondo rammarico per il mancato raggiungimento dell'accordo sul Contratto Integrativo Decentrato del Comune di Parma. Nella giornata di oggi si è consumata una profonda rottura dovuta all'intransigenza e alla poca lungimiranza dimostrata dalla Delegazione Trattante di parte pubblica su mandato dell'Assessore al Personale del Comune Federico Pizzarotti nonché Sindaco di Parma.

Dopo un anno di amministrazione del Sindaco Federico Pizzarotti non si vede traccia di politiche del personale del Comune, che tuttavia è riuscito a scontentare l'intero corpo di Polizia Municipale con i tagli dello stipendio e l'aumento di turni disagiati e non rispettosi dei riposi cosi come normato dalla legge. È poi riuscito a deludere le educatrici di Nidi e Materne insieme al personale ausiliario con il rischio di distruggere un fiore all'occhiello della città di Parma che ha mantenuto nel tempo qualità, efficienza ed efficacia, rispondendo sempre ai bisogni dei cittadini e garantendo anche una maggiore disponibilità di posti per i bimbi all'interno delle sezioni e rendendo possibile il contenimento delle liste d'attesa.

Il Comune è inoltre riuscito a negare il grande sforzo che in questo periodo di crisi stanno facendo i lavoratori del settore welfare, che affrontano con estrema flessibilità oraria (festivi e appuntamenti a orari impossibili) i bisogni delle famiglie e dei soggetti fragili. Si introduce una modalità di discrezionalità in cui della tanto decantata trasparenza del Movimento 5 stelle e dell’impegno assunto durante la campagna elettorale di superare e chiudere le partecipate non si vede traccia, anzi di queste ultime si alimenta l'attività attraverso un metodo e un sistema  (Parma Infrastrutture) non appropriato e corretto verso lavoratori comandati dal Comune che vengono retribuiti in serie A mentre altri restano di serie B.

La scelta di conferire incarichi a figure chiamate dalla politica nelle pubbliche Amministrazioni non è un vezzo della vecchia classe dirigente, ma a quanto pare anche di questa Amministrazione. FP CGIL, CISL FP, UIL FPL, DICCAP SULPM PM (nelle persone di Sauro Salati, Annalisa  Albertazzi, Carla Schiappa, Salvatore Mistretta) e la RSU del Comune in questa trattativa hanno costruito innumerevoli proposte all'insegna di chiarezza, trasparenza e equità condividendole con il lavoratori. Purtroppo di queste proposte non una ha trovato accoglimento. Questa condizione di ricerca dello scontro a tutti i costi rafforza l'iniziativa di sciopero proclamato per domenica 9 giugno del corpo di Polizia Municipale con un volantinaggio al aeroporto Giuseppe Verdi.

Di questa situazione in cui ci si trova occorre ringraziare l'Amministrazione Comunale e l'Assessore al Personale Federico Pizzarotti per la profonda considerazione che ha dei suoi lavoratori e del lavoro dei dipendenti del Comune di Parma. È questo il futuro di Parma? Decrescita felice, no grazie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino dai 60 ai 64 anni: a Parma 7.400 prenotazioni

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Ultime di Oggi
  • Sport

    Troppa Atalanta, il Parma si arrende: manita di Gasp, altro schiaffo

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 86 casi e un decesso

  • Cronaca

    Parma, sì ad altre riaperture. E da metà maggio coprifuoco posticipato

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento