Mezzani, nipote denuncia la scomparsa di un 60enne: ma lui è andato al mare a Rimini

I Carabinieri lo hanno cercato con la Protezione Civile e le unità cinofile: sono entrati in casa sua per verificare che non fosse deceduto. Ma lui era andato in riviera a trovare vecchi amici. Un 16enne si era allontanato dalla Comunità: ha riferito di aver fatto una gita

I militari della Compagnia Carabinieri di Parma nelle giornate di ieri e di oggi hanno ritrovato due persone allontanatesi volontariamente, rispettivamente, da una comunità e dalla propria abitazione. Un uomo italiano di 60 anni, pensionato residente a Mezzani, ha fatto perdere le sue tracce da 3 giorni e nel pomeriggio di ieri il nipote si è recato presso la Stazione Carabinieri di Sorbolo per denunciarne la scomparsa. Le immediate ricerche condotte dagli operanti hanno permesso di rintracciare la sua auto in piazza Belli a Mezzano Inferiore, regolarmente chiusa ed attraverso i Vigili del Fuoco si è proceduto anche ad entrare presso la sua abitazione, ove viveva da solo, per verificare che non fosse deceduto. 

Tuttavia, in ragione della sua perdurante irreperibilità, nella serata di ieri sono state condotte anche delle battute di ricerca nel Comune di Mezzani da parte dei militari della Stazione Carabinieri con l’aiuto della protezione Civile e con l’impiego delle unità cinofile. L’esito negativo anche di tale ricerca ha poi indotto gli operanti ad allargare il raggio di azione in tutta la regione e si è avuta sua traccia nella notte in provincia di Rimini. Poco fa l’uomo è stato rintracciato a Sorbolo, dove è tornato volontariamente. E’ in buone condizioni fisiche e si è allontanato solamente dalla provincia di Parma per andare a trovare una sua vecchia conoscenza in riviera.

16ENNE SI ALLONTANA DALLA COMUNITA': E' ANDATO IN GITA. Nella seconda vicenda un ragazzo albanese di 16 anni, ospite di una comunità terapeutica di Parma, ha lasciato autonomamente la struttura nella mattinata di ieri. Subito gli addetti hanno informato la Stazione Carabinieri di San Pancrazio che hanno avviato le ricerche principalmente presso i punti di aggregazione, la stazione ferroviaria e le autolinee. In un primo momento era stata segnalata la sua presenza presso la stazione ferroviaria ma poi, di fatto, i militari non sono riusciti a rintracciarlo. Solo nel tardo pomeriggio di ieri, grazie all’ausilio dei militari della Compagnia di Conegliano Veneto, l’albanese è stato rintracciato nella cittadina dove si era recato con il treno per visitare alcuni parenti. Il ragazzo, trovato in salute, ha semplicemente riferito di voler uscire dalla comunità per fare una gita. 


 

Potrebbe interessarti

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Le cause e i rimedi naturali per combattere la pancia gonfia

  • Come pulire e igienizzarei bidoni della spazzatura

  • I 10 elementi che devono essere conservati fuori dal frigorifero

I più letti della settimana

  • Schianto tra due mezzi pesanti in A1: muore un camionista

  • Incidente in piscina: la 12enne parmigiana è morta

  • Tragedia a Pontetaro: 25enne si tuffa nel fiume e annega

  • Perde il lavoro e tenta di suicidarsi in tangenziale: 22enne salvato dai poliziotti

  • Parma sotto choc per la morte di Sofia Bernkopf: "Una bambina che amava ballare e sorrideva a tutti"

  • Pauroso schianto tra auto e bici a Noceto: 16enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento