Scontri al termine di Parma - Napoli: ferito un dirigente della Questura

Alcuni supporter delle due squadre sono entrati a contatto all'esterno del Tardini e per alcuni secondi c'è stato un lancio di bottiglie, sassi ed oggetti vari. Fortunatamente solo ferite lievi per l'agente

Un dirigente della Questura è rimasto leggermente ferito ieri sera alla testa durante alcuni scontri avvenuti all'esterno dello stadio al termine dell'incontro fra Parma e Napoli. Alcuni supporter delle due squadre sono entrati a contatto all'esterno dell'ingresso principale del Tardini e per alcuni secondi è cominciato un lancio di bottiglie, sassi ed oggetti vari. La polizia, per evitare che i due gruppi entrassero in contatto, è intervenuta ed un agente è stato colpito alla testa. Trasportato al Pronto Soccorso è stato medicato e dimesso. La situazione poi è tornata alla normalità anche se il deflusso dei seimila sostenitori del Napoli arrivati a Parma è stata resa più difficile dal traffico attorno allo stadio, andato in tilt subito dopo il fischio finale dell'incontro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus: scuole chiuse a Parma e in tutta la regione fino al 1 marzo

  • Precipita da una ferrata: durante un'escursione: muore 33enne parmigiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento