Scontri tra antagonisti e polizia all'Università di Torino: obbligo di firma per una giovane di Parma

Blitz della Digos dopo la contestazione del convegno del collettivo di estrema destra Fuan del 13 febbraio alla Palazzina Einaudi

Un giovane 26enne residente a Parma, aderente ad alcuni collettivi universitari, è stata raggiunta dalla misura cautelare dell'obbligo di firma quotidiana in seguito all'accusa di resistenza a pubblico ufficiale aggravata per l'episodio avvenuto il 13 febbraio alla Palazzina Einaudi di Torino, sede universitaria delle facoltà di Scienze Politiche e Giurisprudenza. In occasione di un convegno del collettivo di estrema destra Fuan si erano verificati alcuni disordini, che avevano coinvolto i militanti di un collettivo della sinistra antagonista, le forze dell'ordine e gli studenti del Fuan. La misura è stata eseguita dalla Digos di Torino. I provvedimenti si aggiungono a quelli già eseguiti lo scorso 23 luglio nei riguardi di altri 19 militanti nell'area autonoma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento