Cronaca

Scoperta la fabbrica della marijuana, sequestrati 20 chili di droga: 'produceva' anche per il mercato parmigiano

I carabinieri hanno individuato un cascinale abbandonato: dentro impianti per l'areazione e l'irrigazione della piante

Hanno occupato un cascinale dismesso vicino a Novellara, in provincia di Reggio Emilia, per realizzare una vera e propria fabbrica per la produzione di marijuana, all'interno della quale l'erba illegale veniva coltivata ed essiccata, per essere poi immessa sui mercati della droga di Reggio Emilia, Parma, Modena e Piacenza. E' questa la clamorosa scoperta dei carabinieri di Novellara che hanno sequestrato il maxi impianto, all'interno del quale hanno trovato 20 chili di marijuana. Il valore della droga sequestrata è di circa 50 mila euro. All'interno del cascinale disabitato era stato realizzato un vero e proprio impianto per l'areazione e l'irrigazione di tantissime piante. L'energia elettrica era garantita da un allaccio abusivo alla rete pubblica. Ora i militari stanno cercando di individuare i 'gestori' della struttura e i canali di spaccio, che da Novellara arrivavano anche nella nostra città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta la fabbrica della marijuana, sequestrati 20 chili di droga: 'produceva' anche per il mercato parmigiano

ParmaToday è in caricamento