Scuola Media Micheli: posto occupato" per l'amica Maddy, uccisa dal fratello Solomon

Un gesto simbolico per l'amica che non c'è più: ogni volta che nell'auditorium verrà organizzata una iniziativa, un pensiero andrà a lei, vittima della violenza

Inzio anno scolastico pieno di emozioni per gli studenti della seconda media della Scuola Micheli, uniti nel ricordo della loro compagna Maddy scomparsa tragicamente nel mese di luglio. Gli studenti si sono ritrovati nell'auditorium della scuola insieme alla dirigente scolastica Maria Teresa Pastorelli, all'assessore Ines Seletti, alle insegnanti per dare inizio all'anno. Hanno lasciato una seduta del teatro vuota simbolicamente per la compagna scomparsa, qui l'assessore Seletti e la dirigente hanno appoggiato una felpa rossa e li resterà: sarà il "posto occupato" dall'amica che non c'è più ma, ogni volta che nell'auditorium verrà organizzata una iniziativa, un pensiero andrà a lei, vittima della violenza. Un gesto simbolico per non dimenticare Maddy e tutte le donne vittime di violenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

Torna su
ParmaToday è in caricamento