menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza stampa in Comune con Pizzarotti, Paci, Folli e Ferraris

La conferenza stampa in Comune con Pizzarotti, Paci, Folli e Ferraris

Paci: "Avanti con la Racagni", nessuna nomina per il Welfare

Ancora scoperta una delle caselle più importanti: nell'incontro di stamattina il sindaco e gli assessori hanno parlato di scuola e cultura. Il Teatro Regio? La settimana prossima incontro con il Cda

Questa mattina si è svolto in Municipio un incontro di una parte della giunta Pizzarotti con la stampa. Presenti l'assessore alla Cultura Laura Ferraris, l'assessore all'Ambiente Gabriele Folli e il vicesindaco Nicoletta Paci, oltre al sindaco. E' il primo dei due appuntamenti settimanali organizzati dal sindaco grillino per spiegare alla città come stanno proseguendo i lavori su diversi settori d'intervento. Si è parlato principalmente di scuola e di cultura. Ancora vuota la casella dell'assessore al Welfare che non è stato nominato. Lo aspettano le emergenze sociali del territorio, a cominciare da quella della casa.

La vicesindaco Nicoletta Paci è tornata sulla polemica avanzata dal maestro Giordano Mancastroppa della scuola Corazza in merito ai progetti relativi alla scuola Racagni e alla scuola Europea. "Non esistono, per quanto mi riguarda, scuole di serie A o scuole di serie B, ma esistono luoghi di formazione e di crescita per le giovani generazioni di Parma. I progetti che riguardano sia la Racagni che la Scuola Europea sono entrambi alla nostra attenzione. Il progetto della Scuola Europea verrà portato a termine con fondi a ciò destinati". Sull'altra polemica per il trasferimento degli alunni della scuola Corridoni negli edifici della Scuola Cocconi per lasciar spazio a quelli della Racagni invece la Paci rassicura: "il trasferimento è solo una delle ipotesi presentate al Consiglio d’Istituto dell’Istituto Comprensivo Parmigianino”.


Il primo nodo che l'assessore alla Cultura dovrà affrontare è quello del Teatro Regio. Come riportato dal 1° luglio il direttore generale della Fondazione Teatro Regio Mauro Meli ha cessato il rapporto di lavoro come direttore generale. I lavoratori hanno già fatto sentire la propria voce, preoccupati per il nuovo assetto organizzativo del più prestigioso ente lirico parmigiano. L'incontro del sindaco con il Cda si terrà la prossima settimana. L'assessore alla Cultura Laura Ferraris ha detto che Meli ha partecipato al bando per il ruolo di soprintendente, la figura individuata nel nuovo statuto approvato durante la gestione commissariale di Mario Ciclosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento