menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Segregava e schiavizzava le ragazze per farle prostituire tra violenze e riti voodo: 41enne condannato

Cinque anni ad un nigeriano che sfruttava, insieme alla sorella, tre ragazze rinchiuse in un appartamento di borgo XX Marzo

Schiavizzava le ragazze e le costringeva a prostituirsi sulle strade di Parma. Un 41enne nigeriano è stato condannato a 5 anni di carcere per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Dopo anni dalla vicenda che vide come vittime tre donne nigeriane, fatte arrivare in Italia con la scusa di un lavoro o dello studio, ma poi costrette, con le botte e i riti voodo, a prostituirsi in strada. Le ragazze, che vennero segregate all'interno di un appartamento di borgo XX Marzo, erano obbligate a stare ore in strada alla ricerca di clienti. In nove mesi si calcola che una di loro abbia pagato circa 40 mila euro alla 'Madame', una donna nigeriana già condannata qualche anno fa. E' il famoso riscatto, chiesto spesso dagli sfruttatori alle ragazze. Oltre alla costrizione e al denaro c'erano le punizioni fisiche: botte e minacce di morte, anche ai famigliari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento