Senegalese trova un Rolex e lo porta ai carabinieri: il proprietario lo assume nella sua azienda

Il giovane 21enne, residente a Colorno ha consegnato il prezioso orologio ed è stato ricompensato

Ha trovato un prezioso orologio Rolex a terra e non ci ha pensato due volte. Era all'interno di una custodia di velluto. Lo ha preso e lo ha portato da un orefice: insieme lo hanno consegnato ai carabinieri. I militari, dopo aver fatto alcune verifiche, lo hanno restituito al legittimo proprietario, che aveva fatto denuncia di scomparsa il 9 novembre ai militari di Marmirolo, in provincia di Mantova. Un immigrato senegalese di 21 anni, disoccupato e venditore ambulante di libri per bambini in via Farini, residente a Colorno, si è reso protagonista di un storia a lieto fine: il suo comportamento corretto e civico lo ha premiato. Il valore del Rolex è di circa 25 mila euro.

IMG-20191122-WA0018-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il proprietario, residente in provincia di Mantova, aveva perso il Rolex mentre si trovava a Parma per lavoro. Dopo aver saputo che il suo orologio era stato ritrovato ha voluto conoscere il giovane 21enne senegalese. Anche lui ha deciso di fare un gesto nobile e molto bello. Oltre infatti a ricompensarlo con il valore del Rolex che aveva perso ed è stato ritrovato infatti lo ha anche assunto nella sua azienda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sepe cuore d'oro: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

  • Coronavirus - Parma piange altri 14 morti, 48 nuovi casi: il totale arriva a 2.365

  • Coronavirus: muore a 60 anni l'attivista dei 5 Stelle Cinzia Ferraroni

  • Coronavirus, Parma piange altri 25 morti e 118 nuovi casi: il totale supera i 2.200

  • Coronavirus, Venturi contro Borrelli: "Il 1° maggio a casa? Smettetela di diffondere opinioni senza certezze"

  • Coronavirus: muore a 54 anni Roberto Bocchi

Torna su
ParmaToday è in caricamento