Il cenone? Pane e Vita con i senzatetto in stazione

Tutti insieme in quella sala d'aspetto che ogni sera accoglie inevitabilmente numerosi senza dimora per trascorrere la vigilia di Natale con un cenone offerto da un ristorante parmigiano che preferisce rimanere anonimo per non farsi pubblicità

Una sera della Vigilia speciale anche per i senza dimora di Parma che grazie all’associazione Pane e Vita onlus condivideranno insieme il cenone nella sala d’aspetto della stazione ferroviaria. Un luogo simbolico dove un numero crescente di senza dimora si rifugia nel periodo invernale non avendo altro riparo in cui stare per trascorrere la notte. Molti di loro, costretti ad andarsene attorno alle due del mattino per la chiusura della sala, cercano rifugio nel binario 7, non attivo durante la notte, o davanti agli esercizi chiusi. 

Una situazione di disagio acuita da problemi che l’associazione Pane e Vita non ha mai taciuto di segnalare, come l’assenza della corrente elettrica per oltre un mese. Proprio quella sala d’aspetto, il luogo in cui molti senza fissa dimora si ritrovano la sera, per la vigilia di Natale diventa la sede ideale per i volontari per trascorrere in compagnia il cenone allestendo tavoloni e condividendo le vivande calde offerte da un ristorante parmigiano che ha preferito non rendere noto il proprio nome per non farsi pubblicità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un gesto significativo la solidarietà trasmessa dai gestori del ristorante, che si sono offerti di offrire un pasto caldo non solo per la vigilia di Natale ma anche durante tutto l’anno, una volta alla settimana. “Questi per noi sono gesti importanti – sottolinea Luigi Martusciello, Pane e Vita -. Ci troveremo tutti insieme a cenare con i senza fissa dimora il 24 sera, chiunque voglia unirsi a noi è il benvenuto. Questa è anche un’occasione pernoi per raccogliere vestiti, coperte, scarpe e quant’altro i parmigiani abbiano cuore di donare a chi ha perso tutto e aspetta solo una seconda possibilità dalla vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento