menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coperte dei senzatetto, la risposta del Comune: "Possono tornarne in possesso se ne hanno titolo"

Coperte e senzatetto sotto i Portici della Pilotta. Il Comune di Parma ha finalmente dato una risposta, dopo la pubblicazione del nostro articolo del 16 dicembre e quello di ieri, 22 dicembre, che riportava anche la lettera scritta da Alberto Marzucchi

Coperte e senzatetto sotto i Portici della Pilotta. Il Comune di Parma ha finalmente dato una risposta, dopo la pubblicazione del nostro articolo del 16 dicembre e quello di ieri, 22 dicembre, che riportava anche la lettera scritta da Alberto Marzucchi della Comunità di Santa Cristina, che abitualmente porta le coperte ai senzatetto, per permettergli di ripararsi dal freddo di questi giorni. 

LA RISPOSTA DEL COMUNE - "Con riferimento alla lettera sui senzatetto resa pubblica da Alberto Marzucchi, l'Amministrazione Comunale di Parma interviene con la seguente nota: "Il signor Alberto Marzucchi, in una lettera al Sindaco e al Prefetto, resa pubblica attraverso la stampa, rivolge gravi accuse alla Polizia Municipale, in seguito alla rimozione di alcune coperte e altro materiale di incerta provenienza sulla scalinata della Pilotta,  all'ingresso di Palatina e Galleria Nazionale.

In proposito si rende necessario qualche chiarimento, utile per dimostrare che non esiste alcuna azione persecutoria, e che il Comune non è affatto insensibile alle problematiche dei cittadini che, non per loro scelta, si trovano a vivere senza avere un tetto a disposizione.

Le coperte a cui si fa riferimento, infatti, sono state rimosse dagli agenti della Polizia Municipale in quanto giacevano incustodite, in pieno giorno, proprio all'accesso di uno dei luoghi monumentali  più importanti della città, di assoluto interesse turistico - culturale.

Gli agenti, impossibilitati ad identificarne i possessori,  hanno conferito le suddette coperte all'ufficio oggetti rinvenuti, in via del Taglio, presso la sede del Comando, dove gli interessati possono rivolgersi per rientrarne in possesso purchè dimostrino di averne titolo.

Quanto all'altra sottolineatura della lettera di Marzucchi, quella dell'impossibilità di trovare soluzioni per trascorrere la notte, il Comune è ben consapevole che ci sono situazioni diverse e che chi si trova a Parma senza averne titolo, né avere pratiche in corso per regolarizzare la sua presenza, non può accedere a servizi pubblici. In proposito ci limitiamo a far sapere che lo stesso comandante della polizia Municipale, Gaetano Noè, in alcune occasioni, dopo aver verificato la disponibilità di posti presso i dormitori pubblici, ha proposto questa soluzione a persone che si accingevano a trascorrere la notte sui gradini della Pilotta, ma si è trovato di fronte ad un rifiuto, motivato dal fatto che gli orari da rispettare per l'accesso al dormitorio non si conciliano con le esigenze dei senzatetto interessati. 

Concludendo, si ribadisce ancora una volta che il Comune presta la massima attenzione possibile, con i mezzi di cui dispone e nel rispetto delle leggi, per garantire a tutti la possibilità di trascorrere la notte in un letto, ma non per questo può derogare al dovere di garantire il decoro della città e il rispetto della sua area monumentale.  E a questi criteri continuerà ad ispirare la sua azione: quelle coperte e quei rifiuti sulla scalinata monumentale in pieno giorno, non sono accettabili né per la città, né per i turisti che ogni giorno visitano il Palazzo della Pilotta.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento