Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Sequestrati oltre 50 chili di falso 'Prosciutto di Parma Dop': 3 denunce per frode in commercio

Blitz dei carabinieri del Comando per la Tutela Agroalimentare in un prosciuttificio della nostra città

I carabinieri del Comando per la Tutela Agroalimentare hanno effettuato alcuni controlli all'interno di diversi salumifici e prosciuttifici, per verificarte la conformità dell'etichettatura e tutelare così la sicurezza alimentare. A Parma, presso un prosciuttificio, sono stati trovati dei tranci di prosciutto crudo generico sottovuoto, privo del contrassegno distintivo a fuoco, ceduti come “Prosciutto di Parma DOP” e che la ditta acquirente impiegava nella produzione di pasta ripiena ribadendo, falsamente negli ingredienti, l’utilizzo del prodotto a marchio di tutela. Sequestrati 23 tranci di prosciutto crudo, per un peso complessivo di 51 chilogrammi. Denunciate tre persone, per frode in commercio e contraffazione di denominazione di origine di prodotti agroalimentari. 

Nei giorni scorsi, i militari del Comando per la Tutela Agroalimentare hanno proseguito i controlli della filiera zootecnica e dei marchi di qualità, al fine di tutelare la sicurezza alimentare e la corretta condotta in tema di pratiche commerciali. Sono stati ispezionati diversi salumifici e prosciuttifici con l’obiettivo di riscontrare la conformità dell’etichettatura della carne suina lavorata, in ottemperanza al Decreto Ministeriale del 6 agosto 2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati oltre 50 chili di falso 'Prosciutto di Parma Dop': 3 denunce per frode in commercio

ParmaToday è in caricamento