Falso marchio Dop, i Nas di Parma sequestrano 13 chili di mozzarella di bufala

Tredici chili di mozzarella di bufala priva del regolare contrassegno che ne certifica la denominazione di origine protetta sono stati sequestrati a Milano presso un negozio dai carabinieri Nucleo Antifrodi dei Carabinieri di Parma

Tredici chili di mozzarella di bufala priva del regolare contrassegno che ne certifica la denominazione di origine protetta sono stati sequestrati a Milano presso un negozio dai carabinieri Nucleo Antifrodi dei Carabinieri di Parma in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop che ne ha dato notizia. I militari, intervenuti in seguito ad una denuncia anonima, hanno emesso una sanzione amministrativa nei confronti dei responsabili degli illeciti riscontrati effettuando inoltre un prelievo del prodotto che verrà analizzato per verificare se la mozzarella in questione fosse effettivamente di bufala e l'eventuale presenza di metalli pesanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli esercenti, è emerso, hanno apposto sulla tabella esterna al negozio i loghi della Dop e della certificazione europea, ma in realtà proponevano alla propria clientela un prodotto non etichettato in maniera conforme. "Ora più che mai è necessario distinguere il nostro prodotto, controllato e certificato, dalle volgari imitazioni - commenta Domenico Raimondo, Presidente del Consorzio di Tutela - come Consorzio stiamo più che mai intensificando l'attività per spiegare al consumatore le differenza tra un prodotto Dop e tutto il resto e quindi dobbiamo colpire chi, in modo fraudolento, cerca di confondere le acque. E ovviamente il nostro ringraziamento va anche al Nucleo Antifrodi dei Carabinieri, come sempre prontissimo nel colpire chi cerca di giocare con la buona fede dei consumatori

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento