Riorganizzati servizi semi e residenziali per disabili, Rossi: "Ottimi risultati"

Soddisfazione espressa dall'assessore Rossi per i risultati raggiunti con la riorganizzazione dei servizi residenziali e semiresidenziali per persone con disabilità del comune di Parma: "Opportunità e servizi per 20 persone in più"

6 posti in più nelle strutture residenziali, 12 per le semiresidenziali, 8 posti diurni per i ragazzi in uscita dai percorsi scolastici. Questi i risultati dell'operazione di riorganizzazione dei servizi residenziali e semiresidenzili per persone con disabilità in vista della scadenza dell'accreditamento definitivo prevista per il 1 gennaio 2015. Soddisfazione per i risultati raggiunti quella espressa da Marco Giorgi, Amministratore Unico di ASP Ad Personam e da Giuseppina Ciotti Direttore Distretto AUSL di Parma, che ha sottolineato alcuni dei punti di forza dell'operazione di riorganizzazione: "Abbiamo preso atto delle richieste dei familiari cercando di non spostare i servizi ma potenziando l'offerta di residenzialità e semiresidenzialità per i disabili. Altro punto di forza la riorganizzazione delle strutture e il trasferimento della cooperativa Insieme".

CENTRO PATRIZIA FERRI - Come sottolineato nel corso della conferenza stampa dall'assessore al Welfare Laura Rossi, il fulcro degli interventi è incentrato sulla nuova struttura di via Casaburi, sia per aumentare il numero di posti disponibili che per riorganizzare i servizi del territorio. "Inizialmente era stata valutata l'ipotesi di trasferire uno dei centri cittadini in via Casaburi, poi non andata in porto e abbiamo deciso di rivedere tutti i centri del distretto riaccreditando i gestori titolati", ha sottolineato l'assessore Rossi, rimarcando che ora il sistema dei servizi potrà entrare nel quadro di accreditamento definitivo rispondendo adeguatamente alle richieste. E' l'Asp ad Personam ad aver assicurato i lavori di adeguamento. La spesa complessiva si aggira attorno ai 150 mila euro, prevista anche l'installazione di un montacarichi nel vano scale in via di ultimazione. La nuova struttura avrà 2 nuclei residenziali da 9 posti al primo piano: uno è in fase di accreditamento provvisorio alla cooperativa Insieme che dovrà trasferirsi da Gaione. Per il secondo nucleo invece è stato individuato al termine delle procedure di accreditamento il gestore del centro. Sarà ampliato il piano terra, dove si trova il centro diurno accreditato ad Aurora domus e per la parte al momento vuota si starebbe valutando un progetto innovativo per spazi di socializzazione aperti ai cittadini per favorire l'integrazione della struttura.

CENTRO VARESE - Novità anche per il centro Varese, sinora struttura residenziale per persone affette da gravi patologie, che diventerà un centro diurno dedicato a giovani con problematiche comportamentali riducendo la parte dedicata al residenziale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CENTRO CASA SCARZARA - Rivisitato anche il centro Scarzara, in concessione ad Aism nazionale, che si dedica a persone affette da disturbi neurologico-degenerativi. Come sottolineato nel corso dell'incontro con la stampa, sarà ampliato il centro diurno per persone con necessità simili puntando però maggiormente sulla domiciliarità dell'assistenza, continuando a rappresentare però un riferimento come centro dedicato. Come sottolineato dall'assessore Rossi, si è scelto di sottrarre dalla logica dell'accreditamento i posti residenziali proprio in considerazione dei bisogni specifici che vanno da accoglienze temporanee all'assistenza a domicilio: l'accoglienza residenziale avrà le caratteristiche dell'assistenza domiciliare per pazienti gravi che riceveranno però tutte le tutele assistenziali sociosanitarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento