Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti: Parma si conferma con l'81,5% di differenziata

In questi anni si è assistito a un 65% in meno rispetto all'indifferenziato

Torna dal 21 al 29 novembre la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) in vista della quale l'assessorato alle Politiche di Sostenibilità Ambientale del Comune di Parma, insieme a Iren, Cigno Verde, Coripet, SprecoZero.net, Giocampus e altri partner sul territorio ha composto un ricco programma di iniziative a Parma per la “riduzione”, il “riuso” e il “riciclo” dei rifiuti. La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR), quest’anno dedicata al tema de “I rifiuti invisibili”, nasce all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea con lo scopo di promuovere, nel corso di una settimana nel mese di novembre, la realizzazione di azioni di sensibilizzazione nei confronti di cittadini e istituzioni sulla sostenibilità e sulla corretta gestione dei rifiuti. La volontà è quella di aumentare la consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente: un obiettivo per raggiungere il quale ciascuna realtà sociale, compresi i singoli cittadini, può contribuire.

Le azioni attuate durante la SERR riguardano le “3R”, riduzione, riuso e riciclo: la riduzione dei rifiuti al primo posto, seguita dal riutilizzo dei prodotti e dalla terza priorità di riciclo dei materiali. “Questo evento ci permette – ha spiegato l'assessora alle Politiche di sostenibilità ambientale Tiziana Benassi – di fare il punto sulle molte buone pratiche in tema di gestione dei rifiuti già in atto sul nostro territorio, ma anche di pensare alle nuove implementazioni possibili, cercando di raggiungere tutti gli utenti, anche i più giovani, con il supporto delle tante realtà che da sempre lavorano al nostro fianco in questo ambito, ma anche con nuovi attori. Il tema della SERR di questo anno è legato ai rifiuti invisibili, come gli imballaggi: un argomento riguardo il quale la consapevolezza di ciascuno è fondamentale, anche nella scelta dei prodotti. Questo aspetto è alla base di un modello cardine per il futuro, l'economia circolare. Come Amministrazione Comunale anche su questo stiamo portando avanti, insieme ai nostri partner, molti progetti in città, come gli eco compattatori: azioni concrete che rappresentano però anche messaggi simbolici per la sensibilizzazione di tutti verso un modo corretto di gestione dei rifiuti”.

Nello spiegare nel dettaglio le iniziative del programma della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti i rappresentanti delle realtà coinvolte hanno sottolineato la soddisfazione per la progettualità. “Questa Settimana - hanno detto Fabio Faccini di Cigno Verde e Alessandra Terzi di Composharing – è una occasione proficua per evidenziare la cooperazione del territorio anche in questo ambito, con la speranza che anche le esperienze innovative possano diventare risposte consolidate nel sistema”. “Un ricco calendario – ha sottolineato Monica Pasquarelli di Coripet – che ci offre l'occasione per monitorare quello che già è stato fatto guardando al futuro e alle nuove modalità, anche creative, di miglioramento e implementazione delle azioni”.

“La SERR ci offre la possibilità - ha commentato Arturo Bertoldi di Iren – di mettere in campo e riscoprire la rete di istituzioni e aziende che si occpuano delle tematiche legate alla gestione dei rifiuti con lo scopo non ultimo di sensibilizzare i cittadini sull'importanza di avere un atteggiamento responsabile nei confronti dei rifiuti prodotti nelle proprie case”. “Siamo orgogliosi di partecipare a questa iniziativa – ha concluso Stefano Rossetti di Giocampus – che condividiamo negli intenti e nelle modalità. Il nostro obiettivo è quello in particolare di far capire ai ragazzi che parteciperanno al nostro progetto l'importanza della gestione e del recupero dei tanti materiali che fanno parte della nostra quotidianità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ecco cosa cambia a Parma da domani

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento