Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca San Leonardo / Via Verona

Via Verona, sfratto rinviato a giugno: nessuna alternativa per la famiglia

Stamattina una ventina di attivisti della Rete Diritti in Casa sono intervenuti a sostegno di Faicsal, sua moglie e la figlia che rischiavano di finire in strada: sul posto le forze di polizia e la Digos

Lo sfratto in via Verona

Stamattina un altro sfratto è stato evitato, almeno per ora, anche grazie all'intervento della Rete Diritti in Casa. In via Verona numero 8 la famiglia di Faicsal è riuscita ad ottenere il rinvio del provvedimento di sfratto esecutivo da parte dell'ufficiale giudiziario che si è presentato alle porte dell'abitazione verso le ore 10.30. Da quel momento ha preso avvio una trattativa tra gli attivisti dell'associazione che si occupa della tutela degli inquilini, l'ufficiale giudiziario, l'avvocato del padrone di casa e le forze di polizia, giunte sul posto con una volante.


Dopo pochi minuti è arrivata anche un'auto della Digos. All'interno della casa la figlia era impossibilitata a muoversi per la frattura di un braccio e la moglie era costretta a letto con un certificato medico. Gli attivisti della Rete Diritti in Casa all'interno dell'abitazione erano circa una ventina. Verso le 11.30, ad un'ora dall'arrivo dell'ufficiale giudiziario, la situazione si è risolta. Lo sfratto è stato rinviato al 6 giugno: la famiglia di Faicsal non ha nessuna alternativa, in questi 20 giorni dovrebbe arrivare una soluzione ponte per garantirgli di non finire in strada.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Verona, sfratto rinviato a giugno: nessuna alternativa per la famiglia

ParmaToday è in caricamento