menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Degrado dopo lo sgombero del campo nomadi abusivo

Degrado dopo lo sgombero del campo nomadi abusivo

Via Colorno: sgomberato il campo nomadi, ora resta la discarica

La non idoneità dell'area come campo nomadi ha portato allo sgombero, che si aggiunge ai precedenti nello stesso spiazzo. Una discarica a cielo aperto ciò che resta, tra rifiuti, batteria d'auto, sacchi a pelo e alimenti

Di quell'ampio spiazzo di parcheggio tra via Montanari e via Jotti a pochi passi da via Colorno, diventato un campo nomadi abusivo, fatto sgomberare la scorsa settimana e ripopolatosi nuovamente pochi giorni dopo, non rimangono che rifiuti. Il nuovo sgombero a causa della non idoneità, dopo le segnalazioni dei cittadini, è arrivato, decretando un nuovo spostamento dei nomadi.

Buste di immondizia abbandonate ovunque, tra rifiuti organici, bottiglie, bustoni con indumenti, sacchi a pelo, materassi, sino anche a rifiuti pericolosi come una batteria di automobile e una bombola. L'olezzo e i resti di fuochi completano un quadro di degrado che continua a ripetersi in un'area già segnata dall'abbandono illecito di rifiuti, in particolar modo resti edili cantieristici. Secondo quanto riferito dal dipendente di un bar a poche centinaia di metri dal parcheggio, il malessere principale per chi vive e lavora nella zona è dato dalla sensazione di insicurezza per la paura di furti in abitazione e per il degrado in cui viene ridotta l'area.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento